QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Val di Non: bracconiere arrestato dai Forestali a Predaia. Deteneva armi clandestine

giovedì, 5 maggio 2016

Predaia – Operazione antibracconaggio dei Forestali in Valle di Non, che hanno scoperto un uomo che deteneva armi illecite e modificate. Oggi un uomo di Segno, nel comune di Predaia, è stato arrestato dagli uomini del Corpo Forestale Trentino per detenzione di un’arma clandestina, modificata per essere utilizzata in azioni di bracconaggio.

L’attività di controllo della zona dei frutteti a valle degli abitati di Taio, Segno e Mollaro proarmi clandestine Val di Nonseguiva da tempo, per cercare di contrastare l’attività di bracconaggio. Dopo vari appostamenti, gli agenti della Stazione Forestale di Predaia, raggiunta la certezza che l’uomo stesse mettendo a punto un’arma che poteva essere usata per cacciare la fauna selvatica, hanno perquisito la sua abitazione. L’uomo, vistosi alle strette, ha consegnato l’arma, che è risultata munita di un grosso silenziatore, costruito artigianalmente ma di elevata efficienza. Avvisato il Procuratore presso il Tribunale di Trento, gli agenti, dopo aver portato l’indagato negli uffici della Stazione per la redazione degli atti, hanno proseguito verso il Tribunale di Trento dove l’uomo è stato processato per direttissima.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136