Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Ti invitiamo a leggere la nostra PRIVACY POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Trentino, Festa delle donne: i dati e l’omaggio di Poste Italiane

giovedì, 8 marzo 2018

Riva del Garda – Si ispira ad Andy Warhol e ai suoi celebri ritratti la cartolina che Poste Italiane ha realizzato in occasione dell’8 marzo e che sarà distribuita gratuitamente alle donne che entreranno negli uffici postali con sportello filatelico di tutta Italia. In Trentino saranno disponibili presso gli uffici postali di Trento Centro (piazza Vittoria), Rovereto Centro (Largo Posta) e Riva del Garda.

Cartolina_8 marzo 2018Dallo stesso giorno saranno disponibili anche quattro francobolli dedicati al genio femminile italiano, emessi dal Ministero dello Sviluppo Economico e appartenenti alla serie tematica “Le eccellenze del sapere”: un omaggio al mondo femminile che ha contribuito in modo determinante allo sviluppo di Poste Italiane fin dalla sua nascita, a metà dell’Ottocento, quando in azienda arrivarono le prime telegrafiste. Oggi, le donne in Poste Italiane rappresentano circa il 54% della popolazione aziendale e circa il 59% dei lavoratori laureati, guidano, in media, il 58% degli uffici postali con punte che superano il 70% in diverse regioni e svolgono ruoli dirigenziali di primo piano a partire dalla Presidente. A Trento e provincia le donne sono il 71% negli uffici postali e il 40% tra gli addetti al recapito.

Una presenza resa possibile anche grazie alle politiche aziendali per le pari opportunità e alle iniziative in tema di welfare: tra queste la realizzazione di asili nido, l’assegnazione di “parcheggi rosa” alle lavoratrici in stato di gravidanza, l’adozione di modelli flessibili di organizzazione del lavoro che consentono ai dipendenti di conciliare gli impegni professionali con le esigenze personali e familiari, l’introduzione di percorsi formativi innovativi come “Maam U (Maternity As a Master)”, i piani di prevenzione sanitaria personalizzati, le azioni di sensibilizzazione e di formazione plurale a sostegno della diffusione di una cultura d’impresa inclusiva.

MAAM
MAAM è il primo programma al mondo che trasforma la genitorialità (quindi non solo per le mamme, ma anche per i papà) in un master di sviluppo di competenze trasversali. Sono oltre 30 aziende che hanno adottato la piattaforma tra le quali oltre Poste Italiane troviamo Unicredit, ENEL, Unipol, Coca-Cola, Fastweb. Il percorso è online e in due anni ha raggiunto oltre 2000 partecipanti, mamme e papà di bimbi da 0 a 3 anni, in 208 città nel Mondo. La genitorialità si trasforma da «problema per il datore di lavoro» (come viene tuttora percepito a livello mondiale) a opportunità di sviluppo personale e professionale, portando risultati alle aziende e benessere alle persone, con un riflesso positivo sulla società intera.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136