QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Trentino: crescita sensibile delle imprese femminili. I dati della Camera di Commercio

giovedì, 10 marzo 2016

Trento – L’andamento positivo, che dal 2012 interessa il numero delle imprese femminili registrate in provincia di Trento, prosegue anche per l’anno appena conclusosi. A fine 2015 le imprese gestite da donne iscritte al Registro delle imprese della Camera di Commercio di Trento superano le 9.000 unità: le imprese in cui la partecipazione femminile è superiore al 50%, tenendo conto di quote di capitale sociale e di cariche rivestite, sono 9.037 e rappresentano il 17,5% del totale delle imprese presenti sul territorio (51.529 unità).

L’incidenza delle imprese femminili si colloca sugli stessi livelli della vicina provincia di Bolzano (17,5%), ma è inferiore al dato complessivo del Nord Est (19,9%) e a quello nazionale (21,7%).

Dal 2008 al 2015 il numero di imprese femminili evidenzia una leggera crescita, passando dalle 8.644 imprese presenti alla fine del 2008, alle attuali 9.037: le imprese guidate da donne rappresentavano il 16,2% della realtà imprenditoriale trentina a dicembre 2008, sono il 17,5% a dicembre 2015.

L’iscrizione al Registro delle imprese di imprese guidate da donne è un fenomeno relativamente recente: tre imprese femminili su cinque (5.704) hanno meno di 15 anni (si sono iscritte tra il 2000 e il 2015). Di queste, 3.111 (pari al 34,4% delle imprese femminili) hanno effettuato l’iscrizione negli ultimi 5 anni.

La forma giuridica prevalente risulta essere l’impresa individuale (il 67% delle imprese ha questa forma) seguita dalle società di persone con il 18%. Le società di capitale rappresentano una quota minore (13%), ma dimostrano negli ultimi anni una dinamica positiva, che sembra indicare un’evoluzione in corso verso forme giuridiche più strutturate.

L’analisi per settori evidenzia una consistente presenza imprenditoriale femminile nel commercio all’ingrosso e al dettaglio (1.999 imprese, che rappresentano il 22% del totale delle imprese trentine dedite al commercio), nell’agricoltura (1.878 imprese, pari al 15,8% del settore primario), nel turismo (1.482 imprese, il 28,5% delle imprese dedite ai servizi di alloggio e ristorazione) e in “altre attività di servizi” (prevalentemente servizi alla persona) con 1.095 imprese, pari al 61,2% delle imprese del comparto.

All’interno del settore “noleggio, agenzie viaggio, servizi di supporto alle imprese” sono 299 le imprese femminili presenti sul territorio e rappresentano il 24,2 % del totale (circa un terzo di queste si occupa dei servizi di pulizia degli edifici, il 10% sono agenzie viaggio e tour operator, il 6% si occupa di organizzazione di convegni e fiere).

Interessante è anche il dato che emerge analizzando nello specifico il settore delle attività finanziarie e assicurative: le 147 imprese femminili rappresentano il 15,7% di quelle operanti in questo campo, e sono dedite prevalentemente alle attività di agenti e mediatori di assicurazioni e ad altre attività ausiliarie dei servizi finanziari.

Per quanto riguarda il ramo immobiliare, le 376 imprese femminili rappresentano il 15,7% delle imprese presenti sul territorio provinciale operanti in questo settore e seguono l’affitto e gestione di immobili in proprietà e in leasing oppure si occupano di attività di mediazione immobiliare.

Le imprese femminili giovanili, ossia guidate da donne con meno di 35 anni, a fine dicembre 2015 sono 1.213 e rappresentano il 13,4% delle imprese femminili presenti sul territorio (per il totale delle imprese trentine le giovanili sono 4.818, pari al 9,4%).camera di comemrcio

Le imprese femminili giovanili assumono nella maggioranza dei casi la forma giuridica di impresa individuale, svolgono la loro attività prevalentemente nei settori del commercio all’ingrosso e al dettaglio, nella ristorazione, nelle attività di servizi.

All’interno delle imprese giovanili presenti in provincia di Trento, un quarto ha alla guida giovani donne. Le imprese femminili straniere, ossia guidate da donne nate all’estero, a fine dicembre sono 752 e rappresentano l’8,3% delle imprese femminili presenti sul territorio (per il totale delle imprese trentine le straniere sono 3.407, pari al 6,6%).

Le imprese femminili straniere assumono prevalentemente la forma giuridica di impresa individuale, in gran parte si sono iscritte al Registro delle imprese negli ultimi 15 anni, svolgono la loro attività prevalentemente nei settori del commercio all’ingrosso e al dettaglio, nella ristorazione e nelle attività di servizi di supporto alle imprese. All’interno delle imprese straniere presenti in provincia di Trento, quelle guidate da donne rappresentano il 22%. Le imprese femminili straniere guidate da giovani donne sono, a fine dicembre, 176.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136