QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Traffico di droga: in carcere tre persone e altrettante ricercate

martedì, 21 maggio 2013

Dimaro – L’operazione Hellas della Guardia di Finanza porta in cercare 3 persone e altre 35 sono indagate. Sono interessate all’operazione alcune zone montane e la città di Trento, dove  è iniziata l’indagine. Al termine dell’attività preliminare d’indagine durata oltre due anni  e condotta dal Gico del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Trento e dai carabinieri di Trento, che coinvolgono Trentino Alto-Adige, Veneto, Lombardia e Lazio sono state arrestate tre persone ed eseguite 35 perquisizioni nei confronti di una banda composta da italiani, albanesi e maghrebini che trafficavano cocaina e marijuana. OLYMPUS DIGITAL CAMERAAltri tre sono latitanti. Dall’inchiesta è emerso che l’organizzazione criminale, responsabile di un traffico internazionale di cocaina e marijuana, destinate al Trentino Alto Adige ed altre regioni italiane, con ramificazioni anche in numerosi Paesi europei, soprattutto tra Grecia, Albania, Spagna, Olanda, Svizzera, Marocco, dove risiedevano i fornitori, smantellando la rete di spacciatori sul territorio trentino.

Nel corso delle indagini sono stati sequestrati in totale 19 chilogrammi di cocaina e circa 170 chili di marijuana, per un valore di mercato al dettaglio pari a circa 8 milioni di euro, arrestati in flagranza di reato 23 corrieri, sequestrate 6 autovetture e denunciate a piede libero 79 persone. le persone finite in carcere sono: Abdelghafour Errabbah, marocchino, Xhuljo Lazi e Fisnik Lleshi, albanesi,  in età tra 19 e 22 anni. I militari delle Fiamme Gialle sono ora alla ricerca dei tre latitanti per chiudere il cerchio dell’importante inchiesta che ha smantellato il cartello del traffico internazionale e spaccio di droga.

 

 

 

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136