QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Terremoto in Nepal, morti anche tre alpinisti trentini: sono Oskar Piazza, Renzo Benedetti e Marco Pojer

lunedì, 27 aprile 2015

Kathmandu – Sono il notissimo alpinista trentino Renzo Benedetti di Segonzano e l’amico Marco Pojer, cuoco a Grumes, in val di Cembra, i due escursionisti ritrovati privi di vita in Nepal sotto una frana a 3500 metri di quota sul sentiero del Langtang Trek, a nord di Kathmandu.  Con loro Iolanda Mattevi e Attilio Dantone. Il loro decesso risale a sabato mentre dal Nepal è giunta anche la tragica notizia del decesso di Oskar Piazza, il tecnico del soccorso alpino trentino di cui non si avevano notizie dal giorno del terremoto. Piazza era disperso da sabato. Dispersi due escursionisti di Arco.sebastiano valentini

IL CORDOGLIO DEL PRESIDENTE ROSSI
“L’immane tragedia avvenuta in Nepal, colpisce, duramente, anche la nostra comunità, portandosi via tre uomini di grande valore che, grazie al loro impegno e alla loro passione per la montagna, erano una bella espressione dell’identità trentina”. Questo il commento a caldo del presidente della provincia autonoma di Trento Ugo Rossi, non appena appresa la notizia della morte in Nepal, confermata dal Commissariato del Governo di Trento, di Oskar Piazza, Renzo Benedetti e Marco Pojer.

Il presidente Rossi, assieme agli assessori Tiziano Mellarini e Mauro Gilmozzi, si è recato immediatamente da Luisa Zappini, compagna di Piazza e responsabile della Centrale unica di emergenza, per esprimerle il proprio personale cordoglio, unito a quello della Giunta provinciale e del mondo della Protezione civile trentina. “In questi casi – ha detto il presidente Rossi – le parole servono a poco, l’intera comunità trentina deve stringersi attorno ai familiari delle vittime, persone di valore, che avevano fatto della montagna la loro ragione di vita, e che, come Piazza, ogni giorno, operavano per salvare vite umane”.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136