QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad

Tentano di rubare statua della Madonna a Pellizzano, denunciati dai carabinieri

sabato, 28 settembre 2013

Pellizzano -Blitz dei carabinieri contro i furti di opere religiose. Alle prime luci dell’alba i militari delle stazioni di Cogolo e Vermiglio hanno denunciato M.G., 54 bergamasco, e S.M., milanese 43enne, perché responsabili di tentato furto in concorso. I predetti avevano già divelto la grata posta a protezione di una teca della Chiesa di Pellizzano dove è custodita la statua della Santissima Maria Vergine con il Bambin Gesù (non è chiaro se i due uomini puntassero alla scultura o volessero asportare soltanto gli oggetti in oro offerti dai fedeli e riposti sulla stessa) quando una signora del luogo li ha visti e li ha messi in fuga. La donna ha prontamente segnalato il fatto alla Centrale Operativa della Compagnia di Cles.

I CONTROLLI

Le sue utili indicazioni sono state tempestivamente parteRefurtiva Brenocipate alle pattuglie delle Stazioni di Cogolo e Vermiglio che, insieme a quelle del Nucleo Operativo e Radiomobile, si sono poste sulle tracce dei malfattori, i quali di lì a poco sono stati intercettati e fermati vicino al Passo del Tonale. Già noti alle forze dell’ordine, i due sono stati perquisiti e trovati in possesso di materiale atto allo scasso, che è stato sequestrato, come pure del chiodo che avevano staccato dal muro della Chiesa.  M.G. e S.M. dovranno rispondere anche del reato di falsità materiale: il veicolo sul quale viaggiavano, privo di copertura assicurativa, aveva infatti esposto un contrassegno con la data di scadenza falsificata.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136