QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Tassullo Spa, la Provincia di Trento punta sulla sinergia fra asset. L’intervento del vicepresidente Olivi

martedì, 28 giugno 2016

Tassullo - Tassullo spa: serie di incontri in Provincia per favorire la sinergia fra asset diversi di un unico progetto territoriale. Olivi: “Indispensabile tenere assieme l’attività manifatturiera tipica con la valorizzazione delle celle ipogee”.

Tassullo Spa

Serie di incontri stamani in Provincia fra il vicepresidente e assessore allo sviluppo economico e lavoro Alessandro Olivi, assieme al direttore generale Paolo Nicoletti, nonché ai dirigenti e ai tecnici dell’assessorato e di Trentino Sviluppo, con soggetti del mondo industriale e finanziario, per valutare la situazione del gruppo Tassullo e le sue possibili soluzioni.

Nei prossimi giorni, nel rispetto delle procedure già avviate, continueranno i contatti e i confronti, anche con il mondo agricolo, coinvolto come noto nella partita dell’utilizzo delle cavità ipogee generate nel sottosuolo della valle di Non dall’attività di scavo, per lo stoccaggio delle mele, e con il commissario liquidatore. Il dato emerso con chiarezza dai confronti avviati è che tutti i soggetti coinvolti sono concordi nel ritenere il progetto territoriale sostenibile solo mantenendo il legame fra i vari asset: da un lato l’attività più tipica, quella di scavo e di lavorazione del materiale per l’edilizia, dall’altro quella innovativa, ampiamente corroborata sul piano scientifico e della ricerca, riguardante le celle ipogee per lo stoccaggio delle mele o per ospitare data center informatici. La priorità, condivisa anche dagli eventuali attori finanziari coinvolti, è quindi individuare un partner industriale che dia garanzie sulla prosecuzione di questo disegno.

“Ai vari interlocutori abbiamo ribadito la necessità di ricercare partnership imprenditoriali e strategiche, per mantenere unita una filiera che ha rappresentato la ragione stessa dell’impegno della Provincia sul fronte in particolare del sostegno alla ricerca e sviluppo. Anche gli investitori istituzionali, che hanno sostenuto con convinzione il progetto delle celle, ci confermano la necessità di una guida industriale del progetto. Trentino Sviluppo, che partecipa al tavolo della discussione, è disponibile a sua volta ad accompagnare le realtà territoriali che dimostrino di credere nel progetto. E’ il momento che i soggetti che ritengono di poter essere anello di questa catena facciano sentire la loro voce”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136