QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Spormaggiore, una valle accessibile a tutti oltre le barriere architettoniche

giovedì, 1 dicembre 2016

Spormaggiore – Via le barriere architettoniche. Domani sera a Spormaggiore sarà presentazione del Report sul monitoraggio delle barriere architettoniche.

Prosegue l’impegno della Cooperativa Sociale GSH nell’attività di mappatura delle barriere architettoniche dei territori delle Valli di Non e di Sole. GSH ha voluto accettare una nuova sfida e si è spinta oltre i suoi confini, sull’Altopiano della Paganella.

gsh

La cooperativa sociale GSH ha scelto da diversi anni di promuovere l’impegno sociale, sostenendo la causa di tutti coloro che, tutti i giorni, devono fare i conti con la disabilità e con le problematiche legate alla presenza delle barriere architettoniche. Accessibilità e integrazione sono diritti sanciti dalla nostra Costituzione e riconosciuti a livello internazionale. Nonostante ciò, i nostri paesi sono ancora invasi dalle barriere architettoniche e la burocrazia non sempre va al pari passo con le esigenze dei portatori d’handicap.

GSH, con il progetto “Una Valle Accessibile a Tutti”, vuole dare visibilità e voce, segnalando gli ostacoli, affinché essi possano essere riconosciuti ed abbattuti. In questi ultimi anni sono stati realizzati numerosi Report, libri che prevedono una mappatura fotografica dei comuni.

Il nuovo lavoro è stato svolto nel Comune di Spormaggiore su richiesta dell’amministrazione comunale locale ed è stato il frutto di un lungo lavoro di monitoraggio da parte di utenti, educatori e volontari del Centro socio educativo “Il Quadrifoglio” di Mechel, i quali hanno percorso tutte le vie del paese accedendo anche ai locali pubblici e verificandone l’effettiva accessibilità.

Oltre al monitoraggio del paese, con l’intento di far vivere direttamente la problematica legata alla presenza di barriere architettoniche, GSH quest’anno ha avviato con la scuola primaria di Spormaggiore dell’Istituto Comprensivo dell’Altopiano della Paganella il progetto “diversamente abile per un’ora”. Tale proposta vuole fare vivere ai ragazzi l’esperienza di vedere il paese seduti in carrozzina per poter verificare direttamente le effettivi difficoltà che ogni giorno la persona disabile vive.

Anche l’Amministrazione del Comune di Spormaggiore, sindaco Mirco Pomarolli in prima fila, si è prestata a tale iniziativa salendo a bordo delle carrozzine messe a disposizione da GSH e provando a muoversi per il Parco Faunistico di Spormaggiore nell’estate del 2016.

Il 2 dicembre 2016 alle ore 20:30 nell’Aula Magna delle scuole di Spormaggiore sarà l’occasione per vedere il video di questa iniziativa e per conoscere quanto rilevato dal monitoraggio del paese svolto; monitoraggio che è stato riassunto in un report fotografico.

Saranno presenti alla serata i rappresentanti dell’amministrazione del Comune di Spormaggiore e Graziella Anesi, presidente della Cooperativa sociale Handicrea che porterà la propria esperienza personale quotidiana con le difficoltà legate alla presenza di barriere architettoniche.

“Il comune di Spormaggiore – commenta il presidente di GSH Michele Covi –ha dimostrato un’grande interesse per l’iniziativa proposta. Auspichiamo un proseguimento di tale collaborazione anche negli anni futuri affinché il nostro territorio diventi sempre più accessibile a tutti”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136