QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Scuole aperte a Malè, Trento e San Michele, Rossi: “Buon anno scolastico a tutti i bimbi del Trentino”

lunedì, 4 settembre 2017

Malè – “Due sono le cose che dobbiamo fare insieme oggi – ha detto questa mattina il governatore del Trentino Ugo Rossi, rivolgendosi ai numerosi bambini della scuola dell’infanzia Tambosi di Trento, i primi ad accoglierlo in occasione dell’inaugurazione del nuovo anno scolastico – da qui dobbiamo augurare buon anno scolastico a tutti i bimbi del Trentino e dobbiamo esprimere il nostro ringraziamento agli insegnanti, al personale della scuola e a tutti coloro che lavorano per rendere alta la qualità delle nostre scuole”.

rossRivolgendosi poi agli insegnanti e ai genitori presenti Rossi ha detto : “Apriamo il nuovo anno della scuola dell’infanzia con ottimismo e fiducia. La scuola trentina gode di ottima salute, nonostante ciò siamo pronti ad affrontare le sfide per l’anno che è appena iniziato, consapevoli dell’importanza di questa fase educativa nella vita dei nostri figli. Vogliamo che la nostra scuola sia sempre più la scuola dell’inclusione, dove ogni bimbo può trovare il suo spazio e vogliamo inoltre essere al fianco delle famiglie che insieme alla scuola esercitano il delicato compito di educatori”.

Questo l’augurio che il governatore Rossi ha voluto indirizzare ai bambini, agli insegnanti e alle famiglie del Trentino in occasione dell’apertura del nuovo anno scolastico delle scuole dell’infanzia.

Oggi di buon mattino il governatore Ugo Rossi è stato accolto dai bimbi della scuola equiparata e associata Co.E.S.I Tambosi di Trento. A fare gli onori di casa il presidente della scuola Antonio Girardi, presenti l’assessora alla programmazione dei servizi scolastici del Comune di Trento Chiara Maule, il dirigente del Servizio Infanzia e Istruzione del primo Grado Roberto Ceccato e la direttrice dell’Ufficio Infanzia Miriam Pintarelli; il presidente Girardi, nel salutare Rossi ha illustrato i risultati di un’importante riqualificazione della scuola cofinanziata da Provincia e Comune, che ha permesso di ricavare nuovi spazi per la mensa e per le attività dei bambini.

A seguire Rossi ha quindi visitato la scuola provinciale “Il Germoglio” di San Michele all’Adige, dove è stato accolto dai sindaci di San Michele e Faedo Clelia Sandri e Carlo Rossi. La visita del governatore è proseguita poi a Malé dove ad attenderlo oltre alle maestre e ai bambini c’erano il presidente della Federazione provinciale scuole Materne, Giuliano Baldessari, il sindaco di Malé, Bruno Paganini e il presidente della Comunità di Valle, Guido Redolfi. Rossi si è intrattenuto con i bambini che con tanta spontaneità hanno cantato e interagito con gli ospiti.

Questi i numeri più significativi dell’anno scolastico dei piccoli appena iniziato: sono 15.031 i bambini iscritti alle scuole dell’infanzia per l’anno scolastico 2017/18, 9.294 (61,83%) frequenteranno le scuole equiparate e 5.737 (38,17%) le scuole provinciali. La flessione delle iscrizioni rispetto allo scorso anno scolastico è del 2,34%. Aumenta invece il numero delle preiscrizioni presentate dalle famiglie per l’ingresso anticipato a gennaio 2018 dei bambini nati nei mesi di febbraio e marzo 2015. Sono circa 588 preiscrizioni, il 20% in più rispetto all’anno scolastico precedente.

La presenza di bambini di altra cultura rimane significativa. Sono in totale 2.149 pari al 14,3% del totale degli iscritti. Sono 135 bambini in meno rispetto all’avvio 2015 ma la percentuale sul totale degli iscritti è pressoché invariata rispetto all’a.s. precedente, tenuto conto del complessivo calo delle iscrizioni. Le provenienze sono svariate. Spiccano i paesi dell’Est europeo (1.124 su 2.149) in particolare i bambini provenienti dalla Romania (396) e dall’Albania (361). Rilevante è anche la presenza di bambini provenienti da paesi dell’Africa (566) con una decisa prevalenza dall’area magrebina (Marocco 293; Tunisia 105; Algeria 46). Seguono in ordine di grandezza i bambini provenienti dall’Asia (323) e i bambini sudamericani (67).

L’organico si compone di 2.131 insegnanti: 1.277 alle scuole equiparate e 854 alle scuole provinciali. Dei complessivi insegnanti: 1.545 insegnanti hanno un incarico a tempo pieno (25 ore settimanali) e 586 a orario ridotto. Sono 955 le unità di personale non insegnante complessivamente assegnato alle scuole, 376 per le scuole provinciali e 579 per le scuole equiparate.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136