QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Sci Orienteering, in Val di Sole si assegnano i campionati italiani

venerdì, 7 marzo 2014

Ossana – Fine settimana di Sci-Orienteering in Val di Sole dove si assegnano i titoli italiani Staffetta, il sabato, e Long, la domenica. Dopo i rinvii delle settimane scorse, dovuti alle abbondanti nevicate ed ai guasti meccanici dei mezzi di battitura, si torna finalmente sulle nevi.sci orienteering

Un centinaio gli atleti che saranno al via della gara organizzata dal GS Monte Giner guidato da Giancarlo Dell’Eva e Marco Bezzi. Tra i protagonisti più attesi Gabriele Canella, campione uscente, che su queste piste ha costruito la sua carriera, essendo di Cogolo di Pejo, a pochi chilometri da Ossana. Assente l’avversario più agguerrito, l’altro tesserato del Monte Giner, Giordano Slanzi, partito per Tyumen (Rus) dove sarà impegnato ai Campionati Europei con la divisa della Squadra Nazionale di Sci-O. Slanzi è stato l’unico in questa stagione che ha saputo battere Canella, da tanti anni indiscusso leader del movimento. Presente a sorpresa, anche il campione della Corsa Orienteering, Mikhali Mamleev che in carriera ha vinto un argento ed un bronzo Mondiale oltre ad un oro ai Campionati Europei.

Tra le donne, assente Alice Ventura anche lei impegnata con la Nazionale in Russia, la lotta per il titolo è tra Stefania Monsorno, Camilla Caserotti, Lia Pathsheider. Tra le giovani Stefania Corradini.

Le prove hanno messo a dura prova la macchina organizzativa diretta da Giancarlo Dell’Eva. “Dopo 2 rinvii ormai ci siamo. Siamo pronti anche se ogni volta è sempre molto difficile riuscire a realizzare questo tipo di eventi. Si devono battere le piste, coordinare i volontari. Per dare qualche numero posso dire che per la gara a Staffetta di sabato abbiamo battuto 27 km di sentieri. Un lavoro enorme se si considera che il nostro gruppo di lavoro conta su una decina di persone”. I ringraziamenti sono d’obbligo. “In particolare a Marco Bezzi, tracciatore, ed ai Comuni di Mezzana e Ossana. Infine agli sponsor, locali e della Fiso”.

Queste le carattiristiche della gara. “I concorrenti troveranno un terreno molto aperto dove sarà importante saper utilizzare al meglio la bussola. Più del 70% della gara si svolgerà su tratti battuti da motoslitta. Vogliamo così riprodurre le metodiche di tracciamento del Nord Europa e della Russia”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136