QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

“Al Meleto”, viaggio alla scoperta della natura in Val di Non. Domenica inaugurazione del percorso tematico

venerdì, 3 giugno 2016

Romallo – “Al Meleto”: un viaggio alla scoperta della natura della Val di Non. Il 5 giugno a Romallo viene inaugurato il percorso tematico, nato dalla collaborazione tra Melinda, APT Val di Non e Strada della Mela.

Domenica 5 giugno si terrà il taglio del nastro a Romallo per il nuovo sentiero tematico “Al Meleto”: un’intera giornata di festa a cui è invitata tutta la popolazione per celebrare la mela, prodotto simbolo della Val di Non, e la natura da cui ha origine.

L’iniziativa segna il una nuova e concreta forma di collaborazione tra alcune delle realtà più rappresentative della zona. Da sempre il Trentino è la patria della cooperazione la cui filosofia di pensiero e modalità di operare cerca di unire le forze e le risorse all’insegna del bene collettivo.

Bimba_ADV_Melinda

Così è stato anche per Al Meleto, progetto articolato che si è sviluppato grazie alla partnership del Consorzio Melinda – sempre sostenitore di tutte le proposte volte alla conoscenza e alla valorizzazione del suo territorio – dell’Azienda Turismo Val di Non, della Strada della Mela e del Sapori delle Valli di Non e di Sole e la collaborazione di altri soggetti istituzionali tra cui il Comune di Romallo e la Provincia Autonoma di Trento.

“E’ un progetto che costituisce una nuova importante collaborazione fra agricoltura e turismo , che è possibile e deve essere alla base dello sviluppo della nostra valle – afferma il presidente del Consorzio Melinda Michele Odorizzi -. Alla base della nascita di questo percorso, è stata fondamentale la volontà da parte dei partner di trovare insieme nuovi modi di promuovere il territorio”. “Le varie realtà hanno sempre collaborato – aggiunge Andrea Fedrizzi, responsabile Marketing di Melinda – ma una cosa è dare sostegno ad una iniziativa, diverso è progettare e realizzare qualcosa insieme”. Un tavolo di lavoro comune tra i promotori che ha portato all’elaborazione di un progetto divenuto concreto grazie a un concorso di idee. Si è quindi individuato, all’interno del Comune di Romallo, un sentiero che per l’occasione è stato allestito e personalizzato grazie al contributo di molti fornitori locali. Al Meleto è un esempio concreto di come il territorio possa essere valorizzato grazie al coinvolgimento dei soggetti che di quello stesso ambiente sono l’anima, dalle istituzioni ai rappresentanti dell’economia locale.

Molto più di un semplice tour: è un percorso di conoscenza profonda della natura, delle sue risorse, e in particolare della mela, prodotto simbolo della Val di Non. Molti i temi che si sviluppano intrecciandosi lungo i chilometri di passeggiata: “Mele e la Val di Non”, “Artigianato e Territorio”, “Biodiversità”, tutti elementi che definiscono la complessità e il grande fascino di questa valle. È un itinerario ludico-didattico aperto a tutti, bambini e adulti, pensato per permettere di vivere un’esperienza volta a imparare, giocare, camminare e rilassarsi.

È infatti l’occasione per prendersi una pausa rilassante ai piedi delle Dolomiti trentine, per scoprire infinite curiosità su come vengono coltivate, accudite, raccolte e conservate le mele, frutti semplici che sono sulla tavola di tutti, la cui storia merita di essere raccontata.

Al Meleto è anche un buon pretesto per scoprire l’enogastronomia di una Valle unica che offre prodotti tipici e una tradizione culinaria speciale, per visitare l’affascinante Parco Fluviale Novella – 3,5 chilometri di percorso naturalistico che si snoda tra meleti, canyon e boschi lussureggianti – e, naturalmente per fare tappa a Mondo Melinda, il luogo in cui si possono acquistare tutte le famose mele dal bollino blu, tanti prodotti a base di mela e simpatici gadget tematici e, su prenotazione, visitare lo stabilimento in cui i frutti una volta raccolti compiono tutte le tappe della loro filiera.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136