QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Razionalizzazione delle Apt, più marketing e meno spese folli: in Trentino il turismo cambia pelle

sabato, 15 febbraio 2014

Trento –  Valorizzazione delle 130 Pro loco, la creazione di Trentino marketing, una ridefinizione del ruolo delle 14 Aziende di Promozione turistica e infine una tassa di soggiorno. Sono queste le linee portanti della riforma del turismo in Trentino, annunciate alla commissione Turismo dall’assessore Michele Dellapiccola.pag_campiglio1

In contemporanea con la Bit (Borsa Internazionale del Turismo) a  Milano con le Apt e operatori turistici presenti con propri stand, a Trento si discute del futuro del turismo. Una riforma che potrebbe presto rivoluzionare tutto il sistema. Secondo l’assessore Michele Dellapiccola “la politica del prezzo non paga più”. Quindi gli interventi si spostano su una serie di interventi che vanno da una tassa di soggiorno che integri servizi (cinema, musei e trasporti), quindi una specie di card, poi una politica di marketing più aggressiva e senza sovrapposizioni tra Apt. Il tutto con una razionalizzazione dei finanziamenti, legati a obiettivi ben precisi e in quest’ottica si inserisce l’ipotesi di creare Trentino Marketing che possa fare da contenitore di iniziative di promozione.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136