QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Rabbies 3, il progetto della nuova centrale idroelettrica divide la comunità solandra

lunedì, 15 maggio 2017

Caldes – La questione dello sfruttamento del Noce sta dividendo le amministrazioni comunali e il comitato per la salvaguardia del fiume è pronto a dare battaglia. Quanto svelato nell’ultimo consiglio comunale di Caldes evidenzia le divergenze tra gli stessi Comuni. La Provincia di Trento, in un recente incontro con i sindaci della Val di Sole, aveva indicato attraverso le parole dell’assessore provinciale Mauro Gilmozzi (a sinistra nella foto) che ci sarebbe stato spazio per un solo nuovo impianto idroelettrico nella Bassa Val di Sole. Il tutto doveva però trovare l’accordo dell’intera comunità solandra, amministratori locali e operatori.Accordo Alta Valle del Noce 01

Adesso spunta un altro progetto della Stn Val di Sole per la realizzazione della centrale “Rabbies 3″ e il sindaco di Caldes, Antonio Maini, ha svelato che c’è una bozza di documento che propone un accordo tra privati e amministrazioni della bassa Val di Sole per lo sfruttamento a fini idroelettrici del Noce.

I Comuni di Malé, Terzolas e Cavizzana si sono mostrati favorevoli al progetto, Caldes è invece contraria. Il comitato a difesa del Noce – come indicato da Luca Scaramella – vuol vederci chiaro sulla questione e su un progetto che è spuntato nelle ultime settimane e che già divide la comunità solandra, oltre ad aver un altro impatto sull’ambiente dopo quelli già realizzati negli scorsi anni.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136