QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Più sicurezza sulla linea Trento-Malé-Marilleva. Gilmozzi: “Puntiamo sull’Automatic Train Protection”

lunedì, 24 novembre 2014

Marilleva – Approvato su proposta dell’assessore Mauro Gilmozzi un nuovo regolamento sulla linea Trento-Malé-Marilleva. Ci sarà più sicurezza con l’automatic train protection

“Grazie all’utilizzo delle più moderne e sofisticate tecnologie abbiamo ridotto al minimo la possibilità di errore umano ed elevato al massimo la sicurezza generale”. Con queste parole l’assessore ai trasporti Mauro Gilmozzi, ha commentato l’approvazione, avvenuta oggi in Giunta Provinciale, del nuovo regolamento per la circolazione dei treni sulla Trento-trentino trasporti treniMalè-Marilleva, resosi necessario dall’introduzione sulla linea dell’Automatic Train Protection, un sistema di bloccaggio automatico che interviene nel caso di gravi errori da parte del macchinista. “Per ottenere la massima sicurezza sulla circolazione dei treni – ha detto ancora l’assessore Gilmozzi – dobbiamo aggiornare continuamente i nostri standard e tenere sempre alta la sorveglianza, in questo senso, il nuovo sistema rappresenta un importante passo avanti”.

 LA SICUREZZA

Si chiama Automatic Train Protection, ed è un dispositivo di sicurezza che, attraverso il blocco automatico, consente di arrestare un treno che superi un segnale di stop e ne impedisce il superamento dei limiti di velocità. L’impianto svolge quindi la funzione di protezione della marcia del treno, garantendo la sicurezza della circolazione anche in caso di gravi errori da parte del macchinista, impedendone collisioni con altri rotabili o deragliamenti in caso di superamento dei limiti. L’introduzione di questo nuovo impianto, già operativo sulla Trento-Malè-Marilleva, ha reso necessario l’aggiornamento del regolamento di circolazione treni e del regolamento segnali. I nuovi regolamenti sono stati elaborati dal servizio motorizzazione civile, cui compete la sorveglianza in materia di sicurezza dell’esercizio ferroviario, in collaborazione con Trentino Trasporti.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136