QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Pellizzano, rapina in una villetta: i carabinieri arrestano 51enne

lunedì, 28 settembre 2015

Pellizzano – Brillante operazione dei carabinieri della Compagnia di Cles (Trento). Ha portato via gioielli per circa 5mila euro da una villetta in Trentino, minacciando con un punteruolo il padrone di casa, che lo aveva sorpreso. Poi è fuggito a Milano, ma è stato smascherato.Carabinieri notturno 1

I militari lo hanno individuato e in poche ore i colleghi del capoluogo lombardo l’hanno fermato e condotto in carcere, a San Vittore. In manette Luigi Stabile, 51 anni, originario di Cosenza e già noto alle forze dell’ordine. Sparita invece la refurtiva.

L’uomo è entrato in azione sabato sera intorno alle 20 a Termenago di Pellizzano (Trento), un piccolo paese di un centinaio di abitanti della val di Sole, approfittando di una festa che ha portato i residenti fuori casa. Uno però l’ha visto arrampicarsi su una grondaia fino a un balcone, per sfondare poi una finestra.

Immediato l’allarme al padrone di casa, 37 anni, che è entrato e si è trovato l’uomo di fronte col punteruolo a minacciarlo. Solo a questo punto la chiamata al 112. “Ha messo a rischio la propria incolumità”, ha spiegato in conferenza stampa il capitano dei carabinieri della compagnia di Cles, Nunzio Stanco.

I militari hanno individuato in breve un’auto che non apparteneva a nessuno del paese e sono risaliti così al proprietario, allertando i colleghi di Milano, che l’hanno preso intorno alle 4. Verifiche hanno escluso che si sia servito di treni, quindi i militari cercano un basista in zona e non escludono altri colpi a carico di Luigi Stabile. Le accuse nei confronti del 51enne sono rapina e tentato furto.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136