QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Passo avanti nel prolungamento della linea ferroviaria Marilleva-Mezzana

venerdì, 9 agosto 2013

Mezzana – Passo avanti nel prolungamento della linea ferroviaria da Marilleva alla nuova stazione di Mezzana. Ieri sera il Consiglio comunale ha approvato il piano per la sdemanializzazione di aree da destinare alla società che per conto della Trentino trasporti, che realizzerà il nuovo tratto di linea ferroviaria.  Una parte delle aree servirà per la nuova linea ferroviaria, un’altra parte sarà invece destinata alla Provincia autonoma di Trento per le opere accessorie, strade e piste ciclopedonali.

IL PROGETTO 

Il prolungamento della linea ferroviaria della Trento-Malé dalla stazione di Marilleva a Fucine è per il momento limitato al tratto che raggiunge Mezzana. Infatti la  Trentino Trasporti Spa ha chiesto di limitare la valutazione al primo tratto del prolungamento, e cioè la tratta “stazione di Marilleva – stazione di Mezzana”. Le problematiche del tracciato completo, infatti, specie nei comuni di Pellizzano e di Ossana, hanno evidenziato la necessità di ulteriori approfondimenti, per valutarne la compatibilità con il proseguimento della ferrovia verso la Val di Peio, ottimizzando sia il servizio del trasporto pubblico locale ai cittadini, sia gli aspetti economici ed ambientali del progetto.

L’OBIETTIVO

In quest’ottica l’obiettivo finale è trasferire progressivamente ampie quote del trasporto pubblico dalla gomma alla rotaia e alla fune, puntando sul primo tratto fino a Mezzana. Tra le criticità ambientali evidenziate anche dalla Provifoto_4ncia di Trento, spicca la tutela della natura e valorizzazione ambientale e in quest’ottica la realizzazione dell’opera dovrà ottemperare ad una serie precisa di prescrizioni, in modo da salvaguardare la compatibilità paesaggistica ed ambientale di questo tratto della Val di Sole.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136