QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Parco dello Stelvio: la Provincia di Trento si occuperà della manutenzione nel settore trentino

venerdì, 28 marzo 2014

Vermiglio - Gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria e conservazione del territorio del settore trentino del Parco Nazionale dello Stelvio saranno assicurati anche per il 2014 dalla Provincia autonoma di Trento con risorse proprie. E’ quanto prevede il nuovo Accordo di programma, approvato stamane dalla Giunta provinciale con una delibera firmata dall’assessore all’ambiente Mauro Gilmozzi, tra Provincia e Consorzio del Parco. Nell’accordo, la riassunzione a tempo determinato, nel numero massimo di 17 unità, degli operai stagionali già in forza presso l’Ente Parco. In attesa della norma di attuazione dello Statuto speciale in merito alle funzioni esercitate dalle Province di Trento e Bolzano in relazione al Parco Nazionale dello Stelvio.pejo lago palu

Il Consorzio del Parco Nazionale dello Stelvio a partire dal 2011 non ha potuto procedere all’assunzione degli operai a tempo determinato per i limiti posti dalla legge 122/2010 (Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica). Tale norma prevede infatti che, a decorrere appunto dall’anno 2011, le amministrazioni e gli enti pubblici dello Stato, tra cui il Consorzio del Parco Nazionale dello Stelvio, possano avvalersi di personale a tempo determinato nel limite del 50% della spesa sostenuta per le stesse finalità nell’anno 2009.

La Provincia per risolvere questo urgente problema occupazionale e gestionale ha ritenuto di individuare nella Legge provinciale 32/1990 (Interventi provinciali per il ripristino e la valorizzazione ambientale) la soluzione più razionale e facilmente perseguibile. Per garantire continuità lavorativa e livelli salariali agli operai della sezione trentina del Parco dello Stelvio, nonché la prosecuzione delle attività di gestione del territorio del Parco, sindacati e Federazione Trentina della Cooperazione firmarono nel giugno 2011 un verbale di accordo.

Negli anni successivi, permanendo l’efficacia della sopra citata norma dello Stato e non essendo stato completato l’iter di approvazione del decreto legislativo concernente la norma di attuazione sul Parco Nazionale dello Stelvio, è stata operata una scelta diversa dal “Progettone”, pur rimanendo nell’ambito della L.P. 32/90: la riassunzione da parte del dirigente del Servizio Conservazione della natura e Valorizzazione ambientale di operai a tempo determinato con contratto di diritto privato per l’espletamento delle stesse tipologie di attività stagionali svolte in precedenza presso l’Ente Parco.

Con l’accordo di programma approvato oggi dalla Giunta provinciale, il Consorzio del Parco e la Provincia convengono che quest’ultima effettuerà l’insieme delle attività di manutenzione ordinaria e straordinaria nonché di conservazione del territorio trentino del parco, provvedendo direttamente alla progettazione e realizzazione in economia degli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, garantendo la riassunzione di operai a tempo determinato con contratto di diritto privato, nel numero complessivo massimo di 17 unità.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136