QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Neve prematura, danni all’agricoltura in Val di Sole e Val di Pejo

sabato, 12 ottobre 2013

Pejo – Non solo i danni sulle strade e nei trasporti. La violenta perturbazione che ha portato la prima neve a quote relativamente basse ha creato disagi anche agli agricoltori. In Val di Pejo si è registrato una situazione emblematica, col periodo di terminazione di coltivazione biologica di piccoli frutti. Gli agricoltori per evitare la distruzione del raccolto e il vanificarsi di tutto l’indotto di una stagione hanno passato ore la scorsa notte per liberare i filari sommersi da trenta centimetri di neve, evitando così la rottura delle piantine ancora legate ai fili di sostegno.meleti agricoltura

Fortunatamente per gli altri agricoltori della Val di Sole, dove è ancora in corso la raccolta delle mele, la quota neve si è fermata a 1000 metri, non raggiungendo le zone dei meleti. C’è tuttavia l’allarme per la ticchiolatura che l’umidità di questi giorni può far peggiorare.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136