QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Nel 2010 serie di furti tra Val di Rabbi e Val di Sole: sei anni dopo il dna svela il responsabile

domenica, 3 gennaio 2016

Pejo – I presunti reati risalirebbero a qualche anno fa, oggi i carabinieri avrebbero scoperto il responsabile di furti su autovetture in serie perpetrati nelle Val di Rabbi e di Sole nel 2010.

Un uomo, usando mezzi pubblici, risaliva la valle per saccheggiare quante più auto posteggiate presso località turistiche. La caccia al ladro sembrava essersi conclusa con successo quando una pattuglia della Stazione di Cogolo intercettò il sospettato presso una stazione ferroviaria della tratta Trento-Malè.carabinieri cles1

Predetto, però, con violenza (colpì con alcuni calci un carabiniere procurandogli lesioni) ma pure con una certa scaltrezza, superando cioè agevolmente una recinzione metallica alta circa due metri, riuscì a darsela a gambe.

Nell’occasione abbandonò uno zaino contenente, oltre ad arnesi da scasso, un passamontagna ed un paio di guanti. Questi indumenti, repertati ed esaminati presso il RIS di Parma, fornirono un DNA ignoto ovvero non riconducibile a persone già censite.

Oggi lo stesso Reparto ha potuto associare quella traccia genetica ad un romeno di 36 anni arrestato dai Carabinieri della Stazione di Vipiteno nello scorso mese di giugno proprio per una serie di furti su auto. Il prelievo della saliva dell’uomo, eseguito al fine di riscontrare la presenza dello stesso sul luogo di altri delitti, ha dato il suo frutto.

Il romeno sarà così certamente denunciato per il reato di violenza ad un pubblico ufficiale: i carabinieri a cui sfuggì ne hanno visto la foto segnaletica e l’hanno riconosciuto. Per quanto riguarda i furti su auto, i militari stanno riesaminando pratica a pratica al fine di reperire elementi che possano oggettivare la responsabilità dell’uomo.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136