QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

Napoli a doppia cifra nella prima amichevole con l’Anaune Val di Non: a Dimaro finisce 10-0 con gol d’esordio di Gabbiadini

lunedì, 18 luglio 2016

Dimaro – E’ di Manolo Gabbiadini il primo gol ufficiale del Napoli nella nuova stagione 2016-17, realizzato nell’amichevole giocata a Dimaro contro i dilettanti dell’Anaune Val di Non, vinta dalla squadra azzurra per 10-0 (4-0). Gabbiadini è stato autore di una doppietta come El Kaddouri. Le altre reti di Chiriches, Lasicki, Dumitru e Roberto Insigne, con autorete di Fanti (negli scatti di @Cuomo).napoli de laurentiis foto cuomo

NAPOLI (4-3-3): Rafael (dal 46’ Sepe), Maggio (dal 58’ Celiento), Chiriches (dal 46’ Lasicki), Koulibaly (dal 58’ Albiol), Ghoulam (dal 58’ Luperto); Allan (dal 46’ David Lopez), Jorginho (dal 46’ Valdifiori), Grassi (dal 58’ Dezi); Callejon (dal 46’ Roberto Insigne), Gabbiadini, El Kaddouri (dal 58’ Tutino). A disp.: Contini, Negro. All. Sarri

ANAUNE VAL DI NON (4-3-3): Depetris, Segna, Falvo, Gebelin, Cassata, Morano, Micheli, Kiekens, Panizza, Pinamonyi, Biscaro (’99). A disp.: De Marco (’99), Tenni, Fanti, Iori, Odorizzi, Bentivoglio, Pancheri, Mariotti, Paternoster. All. Moratti
Reti: 23’ e 45’ Gabbiadini, 29’ e 52’ El Kaddouri, 38’ Chiriches, 53’ aut. Fanti, 57’ Lasicki, 72’ Dumitru, 81’ Roberto Insigne

Arbitro: Dalla Piccola di Trentogabbiadini foto cuomo
Assistenti: Marchetti di Trento e Ranulo di Merano
Note: Spettatori circa mille

Corsi e ricorsi storici. Il Napoli vince la prima sfida stagionale con l’Anaune Val di Non per 10-0. Quasi come ventisette anni fa. Era il 30 luglio 1989 e allora il Napoli di Zola vinse 12-0. Poi a fine campionato si aggiudicò il secondo scudetto. E nella fase di preparazione ci fu la querelle con Maradona che costrinse l’allora Ds Luciano Moggi a intervenire ufficialmente per ribadire il ruolo della società. Quest’anno l’avversario è lo stesso, il punteggio è a doppia cifra (lo scorso anno la sfida finì 8-0 con gol d’esordio di Insigne) e in casa Napoli la querelle si chiama Higuain. Per chi ama la scaramanzia il piatto è servito.

Come detto, il Napoli si ferma a dieci ma il bottino poteva essere decisamente più ricco. Ciò che conta è però  la verifica che Sarri ha potuto fare sul lavoro di questi primi dieci giorni di ritiro in Val di Sole.

In campo, sia il Napoli sia la volonterosa Anaune, squadra della vicina Cles che la scorsa stagione ha sfiorato la promozione in Eccellenza del Trentino Alto Adige, giocano con il 4-3-3.

Il primo gol stagionale è di Manolo Gabbiadini: su assist filtrante di Grassi controlla di destro e batte Depetris con un diagonale nell’angolino basso. L’attaccante azzurro sblocca il match sotto gli occhi del presidente Aurelio De Laurentiis, in elicottero pochi minuti prima da Milano dopo aver partecipato all’assemblea di Lega in compagnia dell’amministratore delegato Andrea Chiavelli e del responsabile della comunicazione Nicola Lombardo.

Il gol di Gabbiadini sblocca l’incontro dopo una serie di occasione sprecate dagli avanti azzurri e da via alla festa del gol della squadra di Sarri. azzurra. Il primo tempo si chiude sul punteggio di 4-0 con gol al 29’ El Kaddouri, al 38’ di Chiriches e al 45’ ancora di Gabbiadini.

La ripresa inizia con una girandola di sostituzioni volute da Sarri per verificare le condizioni e il ritmo-partita di quasi tutti gli uomini a disposizione. Cambiano gli interpreti in campo ma la musica non cambia: il Napoli domina, costruisce gioco e macina gol. In due minuti gli azzurri vanno sul 6-0: prima El Kaddouri e poi un’autorete di Fanti ampliano il tabellino dei marcatori. Al 57’ il Napoli va a segno anche su calcio d’angolo: è Lasicki di testa a partecipare alla festa del gol. Due minuti dopo, trova il gol anche un altro subentrante dalla panchina: è Jacopo Dezi che fa tap-in dopo un’azione di Roberto Insigne, un tiro a giro respinto da De Marco, portiere classe ’99 entrato nel corso del secondo tempo. A far raggiungere al Napoli la cifra doppia  sono Dumitru e Roberto Insigne: al 72’ l’attaccante rientrante dal prestito al Latina capitalizza un cross di David Lopez dalla destra, all’81’ invece è una magia di Roberto Insigne a far scorrere i titolo di coda sul match. Lancio centrale di Valdifiori, tiro di sinistro dell’attaccante classe ’94 per il definitivo 10-0.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136