QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Mazzin di Fassa, si conclude il 15° campeggio di mille vigili del fuoco allievi. Il presidente Rossi: “Siete il nostro orgoglio”

domenica, 28 giugno 2015

Mazzin di Fassa – Ultimo giorno, poi il ritorno a casa per i mille vigili del fuoco allievi del Trentino. Ieri è stata anche l’occasione per l’incontro con le autorità. Presenti Ugo Rossi, presidente della Provincia di Trento, il sindaco di Mazzin, Nicoletta Dallago, il Procuradore del Comun General de Fascia, Elena Testor, il presidente della Federazione dei Corpi volontari dei Vigili del Fuoco Alberto Flaim e il consigliere regionale Giuseppe Detomas. Tutti hanno chiesto  “un aiuto agli allievi pompieri” e ringraziato “i volontari dei vigili del fuoco trentini e più in generale tutti quelli che si impegnano nella protezione civile trentina per aver mantenuto vivi i valori che hanno reso speciale il Trentino”.

La Val di Fassa ospita fino a oggi il 15° Campeggio provinciale Vigili del fuoco allievi. Un’occasione importante di conoscenza reciproca e di condivisione dei valori dei vigili del fuoco per i giovani aspiranti, ma anche il momento in cui il Trentino guarda alle nuove leve che rappresenteranno la linfa di un servizio di volontariato che da 150 anni accompagna la storia di questa terra e della sua gente. Un appuntamento sentito e in crescita: le iscrizioni di questa edizione fanno segnare un +10% rispetto al 2014, portando gli iscritti a quota 1100.

Il campeggio è iniziato con l’alzabandiera ed il benvenuto delle autorità e della Valle e il “fuoco dell’amici vigili fuoco allievi val di fassaizia”, uno dei tanti momenti di aggregazione fra i ragazzi che rappresentano uno dei pilastri portanti di questa manifestazione. Poi sono state organizzate escursioni tematiche sulle Dolomiti fassane, a piedi o in bicicletta, durante i quali è stato creato lo spirito di gruppo e conoscere il territorio con alcuni focus, ad esempio sugli incendi boschivi.

IL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE ROSSI

“Viviamo tempi difficili ma ci sono tante cose per cui vale la pena fare il presidente, una mi riempie di grande orgoglio, sapere che appartenete ad un corpo che incarna il senso stesso della nostra autonomia”. Il governatore del Trentino Ugo Rossi ha salutato così a Mazzin di Fassa gli oltre 1000 allievi dei vigili del fuoco volontari del Trentino che si sono radunati in questi giorni a Pozza di Fassa per il loro quindicesimo campeggio estivo.

Parlando ai giovani, alcuni giovanissimi allievi in divisa blu, schierati a Campestrin e pronti a far vedere cosa sanno fare (le manovre dimostrative si sono prolungate fino a tarda sera), Ugo Rossi si è detto certo che tale orgoglio sia anche vissuto nel cuore di ognuno di questi futuri pompieri effettivi, un orgoglio – ha affermato Rossi – che “deriva dall’appartenere a una terra dove ognuno sa che ci sono persone che ti stanno accanto in caso di bisogno. Un orgoglio che si manifesta nel mettersi a disposizione lavorando assieme ad altri, con la massima professionalità, senso di appartenenza, disciplina, rispetto delle regole”.

Nella giornata finale è prevista alle 9.30 la sfilata presso la via principale di Pozza di Fassa, alle 10 la celebrazione della Santa Messa e, infine, la manovra di saluto dei giovani allievi.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136