QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Malé: rinnovato il comando dei vigili del fuoco. Ceschi: “Una sede polivalente”. PHOTOGALLERY

martedì, 25 agosto 2015

Malé (Al.Pa.) –  La sede dei vigili del fuoco del distaccamento di Malè (Trento) è stata interamente rinnovata e nel modernissimo edificio sono stati creati spazi anche per il Soccorso Alpino e il 118 Trentino emergenza. Inoltre l’area-emergenze è stata attrezzata con una piazzola per il volo notturno dell’elisoccorso.

 

I vigili del fuoco di Malé, che oggi contano 40 effettivi e 18 allievi,  sono un punto di riferimento per la località solandra e anche per l’intera Val di Sole negli interventi più importanti, dove è richiesta l’autoscala.

“La nostra sede – spiega Mauro Ceschi, 55 anni, da vent’anni comandante del distaccamento dei vigili del fuoco di Malé - è stata interamente rifatta ed è stata pensata per interventi in sinergia: infatti accanto alla nostra attività è stato creato uno spazio per il Soccorso Alpino e 118 Trentino Emergenza e una piazzola abilitata al volo notturno dell’elisoccorso”.

“Rispetto al passato – prosegue il comandante – sono stati fatti passi avanti sia per quanto riguarda la logistica, con spazi adeguati per le diverse attività, comprese quelle di formazione, sia per i mezzi a disposizione”.

L’ATTIVITA’

La sede del distaccamento dei vigili del fuoco di Malé è stata realizzata negli ultimi anni, il piazzale esterno è stato ultimato nelle scorse settimane e l’imponente immobile è disposto su due piani.

Al piano terra trovano spazio i mezzi in dotazione, dall’autoscala al mezzo più piccolo per gli interventi nei vicoli degli antichi borghi; poi ci sono gli spogliatoi per i 40 militi del distaccamento, l’autofficina e la lavanderia.  Al piano sopra c’è la sede del comando, poi un ampio salone per incontri.

“Questa sede – aggiunge Mauro Ceschi –  è stata pensata per essere indipendente nelle diverse attività, faccio riferimento all’officina per la manutenzione dei mezzi e la lavanderia da un lato e dall’altro come punto d’incontro per le nostre iniziative interne e per la formazione dei volontari”.

Infatti l’ampio salone – che può accogliere fino a un centinaio di persone – è utilizzato per i corsi di formazione dei vigili del fuoco di Malé e anche del distretto della Val di Sole che conta 14 distaccamenti, visto che comprende l’intera vallata da Mostizzolo al Passo Tonale.

“Il nostro lavoro – racconta Ceschi – è molto cambiato in questi anni e richiede una preparazione sempre maggiore e una tempestività negli interventi. Noi  - mediamente – in meno di tre minuti dalla chiamata arriviamo sul posto dove è avvenuta la richiesta”. “Tra l’altro – prosegue – anche la tipologia dei nostri interventi è cambiata: fino a qualche anno fa erano preponderanti gli incidenti, invece ora sono le richieste sono più gli incendi e i soccorsi persone”.

Nell’ultimo anno sono stati un centinaio gli interventi del distaccamento di Malé e numerose sono state anche le uscite in supporto all’elisoccorso nelle ore notturne. L’attività è svolta da volontari.

LE OLIMPIADI

Una delle iniziative che vede coinvolti i vigili del fuoco di Malé sono i campeggi per gli allievi, che anche quest’estate hanno partecipato alle iniziative svolte in Trentino, e le Olimpiadi che vedono impegnati i militi ogni quattro anno. Alle gare delle Olimpiadi – CTIF è la sigla della manifestazione – i militi di Malé si sono sempre distinti per l’impegno e i buoni risultati.

LA STORIA DEL COMANDO

La nascita del corpo dei pompieri a Malé viene fatta risalire al 1881, ma nell’archivio storico del Comune di Malé si incontrano non pochi accenni a circostanze che lasciano presumere che nella località solandra c’era la presenza di un gruppo di pompieri anche in precedenza. Si presume – dai documenti storici  che a partire dal 1870 i pompieri mettevano la loro opera al servizio delle comunità nel campo delle prevenzione e interventi degli incendi.

Poi con la legge promulgata il 28 novembre 1881 da Francesco Giuseppe I divenne effettiva la nascita e l’atto costitutivo avvenne qualche anno dopo con l’approvazione dello statuto che porta la data del 14 febbraio 1887. Quindi le traversie delle due Guerre Mondiali e la ricostruzione del corpo nel 1946; oggi il distaccamento di Malé è uno dei riferimenti dell’intera Valle di Sole con una modernissima sede.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136