QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Malè, quattro albanesi denunciati dai carabinieri per ricettazione: avevano bobine per oltre un chilometro di filo di rame

domenica, 11 maggio 2014

Malè - Le confuse giustificazione addotte al fine di spiegare il motivo della loro presenza in Malè nella tarda serata di ieri, ed allo stesso tempo i numerosi precedenti penali emersi a carico di ciascuno, hanno indotto i Carabinieri della locale Stazione ad approfondire il controllo di polizia sul conto di quattro albanesi, che così sono stati trovati in possesso di bobine di cavo elettrico per una lunghezza complessiva di oltre un chilometro.Inviata 2

Gli stranieri, tutti residenti in provincia di Brescia e, come detto, non nuovi a comportamenti illeciti di tale natura, a bordo di un’auto di grossa cilindrata, verso la mezzanotte di ieri, stavano percorrendo il centro abitato di Malè quando sono stati intercettati da una pattuglia del locale Comando dell’Arma. I militari, nel momento in cui li hanno incrociati, sono stati colpiti dalle loro “facce strane”, individui insoliti per quelle zone, ma soprattutto da uno di loro, il conducente dell’auto, che hanno ricordato come un pregiudicato già controllato tempo fa nella medesima zona.

Intimato l’alt al veicolo ed identificati gli occupanti, hanno avuto la conferma dei loro sospetti ovvero capito di trovarsi di fronte a degli incalliti delinquenti. La perquisizione dell’auto ha fatto il resto: celate nel bagagliaio, sono state ritrovate 7 matasse in rame (ognuna lunga 150 metri) asportate qualche giorno fa in un cantiere della zona. Gli stranieri, in verità, hanno insistito nel dire che quei fili li avevano acquistati nel pomeriggio a Brescia ma le etichette indicanti la destinazione della merce, che addirittura era ancora imballata, li hanno chiaramente sconfessati.

I quattro (tre di loro H.A., H.A. e H.R., rispettivamente di 34, 26 e 23 anni sono fratelli, l’altro, X.A., che di anni ne ha 37 è un loro intimo amico) hanno in questo modo collezionato la loro ennesima denuncia.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136