QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Malé: dopo il referendum e la fusione mancata, gli amministratori della Val di Sole si interrogano

martedì, 24 maggio 2016

Malè – Dopo il referendum di domenica con il blocco delle fusioni dei Comuni della bassa Val di Sole (Malé-Caldes-Croviana-Cavizzana-Terzolas), tra Bresimo e Rumo, tra Ruffré e Mendola, quindi per mancanza del quorum dell’unione tra Predaia-Sfruz, Dro e Drena, Cavalese e Castello Molina e Tesero e Panchià, il Trentino si interroga sul futuro dei municipi.

Guido Redolfi1

VAL DI SOLE 

Il sindaco di Malé, Bruno Paganini, non usa mezze parole: “Sono preoccupato, dovremo garantire i medesimi servizi, con però meno risorse”. Di diverso parere Sergio Angeli: “Ha vinto l’idea Croviana: ha vinto l’idea che il comune rappresenta un valore aggiunto per ogni paese, per ogni comunità, non una zavorra. Così è stato per molte comunità del Trentinoche hanno fatto fallire la maggioranza delle fusioni. La gente è davvero più avanti della politica, se messa in grado di scegliere e ragionare in maniera critica”.

Il presidente della Comunità Valle di Sole, Guido Redolfi (nella foto), a titolo personale, sottolinea: “E’ stata un’occasione persa, perché le fusioni dei Comuni creano nuove opportunità, nell’ottica di migliorare i servizi , a costi nettamente inferiori”. “Ritengo – aggiunge – che ci sarà un’occasione di riflessione per capire in quale direzione andare”.

La legge provinciale prevede che i Comuni dove la fusione non è passata – per la bocciatura dei cittadini o per la mancanza del quorum – devono prevedere almeno due gestioni associate dei servizi nei prossimi mesi e poi entro il 2017 una gestione associata completa. Questa decisione deve essere presa entro giugno, ma potrebbe esserci uno slittamento di un paio di mesi. Il rischio è l’arrivo del commissario.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136