QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Le opere viabilistiche Loppio-Busa e la circonvallazione di Cles saranno finanziate nel 2017

martedì, 4 novembre 2014

Cles – Le opere viabilistiche Loppio-Busa e la circonvallazione di Cles si faranno, ma solo dal 2017. Secondo gli amministratori della Provincia e dei Comuni interessati, in particolare Cles, è in testa alle priorità. “Si tratta di opere pubbliche importanti e strategiche al fine di rendere più competitivo il Trentino dal punto di vista economico e turistico, che la Giunta provinciale considera quindi prioritarie”.

Queste le parole del presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi,, durante l’incontro con gli amministratori della Val di Non e dell’Alto Garda, arrivati a Trento per discutere sul collegamento viario Loppio-Busa e sulla circonvallazione est di Cles. Il presidente, che era accompagnato dall’assessore Mauro Gilmozzi, ha assicurato gli amministratori che, nonostante il difficile quadro finanziario, le opere saranno finanziate a partire del Incontro circonvallazione Cles 12017 e quindi abbondantemente prima la fine della legislatura.(Nella foto l’incontro tra amministratori a Trento)

IL VERTICE

Incontrando gli amministratori della Val di Non e dell’Alto Garda, il presidente Ugo Rossi ha ribadito, anzitutto, che le due opere, collegamento fra Loppio e la Busa e circonvallazione est di Cles, sono ritenute strategiche e prioritarie, non solo per le zone interessate, ma per tutto il Trentino. “Rispetto ad un’ipotesi iniziale che prevedeva uno stanziamento a partire dal 2018, comunque prima della fine della legislatura – ha detto Rossi incontrando i giornalisti – ci siamo impegnati con gli amministratori, rimodulando il piano degli investimenti e nonostante le criticità del quadro finanziario e dei vincoli posti dal Patto di Stabilità, ad anticipare tutto al 2017, quando potranno dunque cominciare i lavori”. “Oltre a questo – ha aggiunto Rossi – abbiamo preso l’impegno, già dal 2015 e poi per il 2016 ad avviare tutte quelle attività propedeutiche alla realizzazione delle opere, di carattere tecnico ed amministrativo, al fine di accelerare ed essere pronti ad iniziare i lavori nel 2017″.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136