QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

La Val di Sole incontra Capri: torna il tradizionale gemellaggio istituzionale. Il programma

mercoledì, 2 dicembre 2015

Malé – Dalla Val di Sole a Capri. Ritorna ancora più gustosa la singolare manifestazione “Capri incontra la Val di Sole”: sabato 5 dicembre la celebre piazzetta Umberto I, nel cuore della famosa isola campana, ospita infatti la sedicesima edizione del tradizionale gemellaggio istituzionale e promozionale tra la meravigliosa località napoletana e la trentina Val di Sole. L’atteso evento, organizzato dall’APT della Val di Sole in collaborazione con la Comunità della Val di Sole, è molto importante soprattutto per il suo significato e la grande valenza mediatica, rappresentando un prestigioso scambio e simpatico incontro amichevole tra la montana Val di Sole e la realtà turistica marina tra le più note al Mondo.

Da sottolineare infatti, che per un giorno intero la Val di Sole è presente cnevicataartificialeaCapri- Val di Sole 10on i propri stand informativi nella rinomata piazzetta di Capri, dove migliaia di turisti accorrono ogni week end, potendo dunque far conoscere l’offerta turistica della Valle già allo sbarco presso il porto principale di Capri, dove è ben visibile una grande bacheca con materiale promozionale, estivo ed invernale, relativo alla Val di Sole. Per l’occasione il noto centro di Capri verrà animato anche da un succulento gemellaggio gastronomico che unisce in maniera particolarmente fantasiosa e ghiotta la tradizione trentina e la tradizione caprese. Alcuni ragazzi del Centro di Formazione Professionale Trentino Enaip di Ossana, coordinati dai docenti Raffaele Albasini ed Alessandro Saiu, proporranno un menù buffet decisamente stuzzicante, che vedrà un intrigante connubio tra le tradizionali ricette capresi ed i prodotti tipici trentini: piccola parmigiana di melanzane con casolet e gamberi; raviolo caprese fritto con Trentingrana, speck e basilico; totani, patate e salmerino; orzo cotto nella sua essenza con pezzogna, lucanica e mele Golden.

Dopo la Santa Messa prefestiva delle 18.30, spazio quindi allo scambio istituzionale di omaggi e saluto delle Autorità. Seguirà la tradizionale accensione delle luminarie natalizie sul grande albero ecologico di Natale e gli storici edifici circostanti, nonché la consueta e gradita nevicata (artificiale) conclusiva, che imbiancherà in un’insolita atmosfera decisamente magica la celebre piazzetta caprese, per la gioia di grandi e soprattutto piccoli. La suggestiva manifestazione si concluderà con musica tipica trentina, proposta da allegri musicisti, ad incorniciare nei migliori di modi il simpatico incontro fraterno tra montagna e mare.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136