QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Mini centrali idroelettriche sul Noce: la Comunità Valle di Sole discute sulla moratoria

martedì, 6 maggio 2014

Malé – Troppi prelievi d’acqua e concessioni per mini centrali sul torrente Noce. Da Vermiglio a Malè sono spuntate come funghi le richieste per realizzare delle mini centrali. Un business che sta crescendo anche in Val di Sole, oltre che in altre valli del Trentino. Da qui la necessità di porre un freno alle numerose richieste, magari creando una serie di priorità. Il dibattito sull’argomento è aperto e stasera approderà all’Assemblea della Comunità della Valle di Sole, in programma a Malè. Una mozione è già stata depositata e il confronto tra i gruppi di maggioranza e minoranza è aperto. Lo stesso presidente Alessio Migazzi ha auspicato un documento comune. Quindi una posizione comune tra maggioranza e opposizione, che tenga conto quanto è stato inserito nella legge approvata dalla Provincia Autonoma di trento sulle derivazioni d’acqua, che recepisce tra l’altro una normativa nazionale. Di fatto una moratoria è già stata adottata dalla Provincia di Trento. L’obiettivo comune è tutelare l’ambiente e garantire un elevato livello di sostenibilità. Il primo passo dell’assemblea della Comunità della Valle di Sole è dtorrente Noce, malè 1efinire una moratoria sulla sostenibilità ambientale e avviare un gruppo di studio con tecnici ed esperti per valutare effettivamente l’impatto sul territorio delle richieste avanzate per le mini centrali idroelettriche.

 


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136