QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Inaugurata la nuova caserma dei Carabinieri di Denno

sabato, 8 aprile 2017

Denno – È stata inaugurata questa mattina a Denno, con una cerimonia ufficiale molto partecipata dalla popolazione, la nuova caserma dei Carabinieri, costruita ex novo nell’area che ospitava un vecchio edificio, sede del comando che sovrintende alla sicurezza dei comuni di Denno, Contà, Campodenno e Ton. casPresente l’assessore provinciale alla coesione territoriale, urbanistica, enti locali ed edilizia abitativa Carlo Daldoss, assieme a molte autorità civili e militari tra cui il comandante interregionale Carabinieri Vittorio Veneto generale Aldo Visone, il già presidente della Provincia autonoma di Trento onorevole deputato Lorenzo Dellai, nel corso del cui mandato è stato dato inizio al progetto, il sindaco di Denno Fabrizio Inama, il comandante della locale stazione Carabinieri maresciallo Stefano Buratto, il cappellano militare don Gianmarco Masiero e alcuni consiglieri provinciali.

Nel suo saluto Carlo Daldoss ha sottolineato come la presenza dei Carabinieri in seno alla collettività costituisca un fondamentale punto di riferimento per far sì che i cittadini si sentano protetti e in luoghi sicuri. “Fare comunità”, ha detto, “è la base della nostra azione. Anche per affrontare avvenimenti lontani da noi che possono farci percepire che tutto oggi è più insicuro”. “Ai Carabinieri vogliamo bene”, ha concluso “e li sentiamo parte della nostra comunità con un sentimento di riconoscenza”.

La cerimonia si è aperta con lo schieramento del picchetto d’onore in alta uniforme e alcuni momenti sottolineati dalla banda di Tuenno. A seguire l’alzabandiera e i saluti istituzionali, a cui assistevano anche appartenenti ad associazioni combattentistiche e d’arma, gli alunni dell’Istituto comprensivo di Denno e molti rappresentanti del mondo del volontariato, a cui l’assessore Daldoss si è rivolto nell’esprimere un ringraziamento per la presenza di membri significativi dell’intera comunità trentina. “Questa occasione”, ha ribadito l’assessore, “è un modo di far sentire la comunità coesa, che sente come questo momento sia importante”. Quindi il taglio del nastro e la visita ai nuovi locali della caserma, sorta con un intervento di trasformazione del compendio Casa Fanfani, l’edificio preesistente.

Il fabbricato, con annessi spazi previsti per gli Uffici forestali di Denno, è stato ammesso a finanziamento provinciale nel 2012 a valere sul Fondo di riserva, per un importo di 1.545.000 Euro circa, su un importo complessivo di circa 1.932.000 Euro. Il progetto ha previsto la totale demolizione e la ricostruzione, sullo stesso sedime, di un nuovo edificio. La costruzione preesistente si trovava infatti in un cattivo stato di conservazione e già le prime analisi esclusero la possibilità di un intervento di consolidamento e di ristrutturazione, quindi si optò per la soluzione di totale ricostruzione. Le scelte tecniche contenute nel progetto sono state condivise con il Comando dei Carabinieri e adeguate ai protocolli necessari per un edificio ad uso militare. Con l’utilizzo dei ribassi d’asta è stato possibile procedere all’acquisto degli arredi e all’adeguamento e messa in sicurezza del marciapiede circostante, nonché al potenziamento dell’impianto di videosorveglianza a servizio della caserma.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136