QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

In Trentino migliorate alcune prestazioni sanitarie aggiuntive

sabato, 28 settembre 2013

Trento – Migliorate oggi dalla Giunta provinciale le direttive all’Azienda sanitaria per l’assistenza sanitaria aggiuntiva riguardanti alcune prestazioni. Nel dettaglio, sono stati integrati i concorsi spese riguardanti gli invalidi di guerra e per servizio e gli invalidi civili per l’effettuazione di cure termali e climatiche, ed è stato aumentato il contributo per il trattamento riabilitativo secondo il metodo “Doman”. Perfezionati anche i parametri per l’acquisto di prodotti dietetici e integratori alimentari, che sono stati allineati alla novità del mercato.ospedale trentino

Le prestazioni sanitarie aggiuntive sono quelle prestazioni che la legge provinciale sulla tutela della salute riconosce ai cittadini residenti in Trentino di norma da almeno tre anni e che risultano essere “ulteriori” rispetto a quelle minime ed essenziali garantite a livello nazionale (LEA – livelli essenziali di assistenza). Le prestazioni sanitarie aggiuntive vengono erogate in forma di fornitura diretta da parte dell’Azienda di prodotti e presidi ed in forma di rimborsi riconosciuti agli assistiti per l’acquisto o la fruizione di determinate prestazioni sanitarie.

Con la proposta approvata oggi dalla Giunta provinciale sono state modificate ed integrate quattro prestazioni:

-la prestazione n. 7 riguardante il concorso spese per il metodo riabilitativo “Doman”, al fine di rendere più snello e accessibile il procedimento di accesso e di liquidazione e contestualmente per adeguare in aumento i limiti massimi dei contributi;
-la prestazione n. 1 riguardante il concorso spese dei prodotti dietetici e degli integratori alimentari ai soggetti nefropatici; si tratta di un aggiornamento tecnico dei prodotti in relazione alle dinamiche del mercato degli ultimi anni;
-le prestazioni n. 3 e n. 4 riguardanti i concorsi spese per invalidi di guerra e per servizio e per gli invalidi civili per cure termali e climatiche; sono stati riallineati gli importi dei due concorsi per entrambe le categorie e portati tutti a 45 euro.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136