QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad

Ad

In Trentino i primari non svolgono prestazioni cliniche? Interrogazione M5S

giovedì, 23 novembre 2017

Cles - La Joint Commission International (JCI) è uno degli enti accreditanti più grandi e prestigiosi al mondo. Esso certifica e garantisce che un’organizzazione sanitaria rispetti specifici standard. In Italia sono certificate 24 strutture.

Degasperi Filippo

L’ospedale Santa Chiara ha ottenuto per la quarta volta l’accreditamento Joint Commission International. In risposta ad un’interrogazione del M5S, l’assessore Zeni ha confermaTO questo dato, aggiungendone però un altro che lascia di stucco: il direttore dell’U.O. di pediatria a Trento, Cles e Cavalese “non è tenuto a svolgere direttamente specifiche prestazioni cliniche”. Inutile dire che la notizia, in quanto implica che il primario sarebbe, suo malgrado, un non-primario, assimilato a un direttore amministrativo.

Il Movimento % Stelle ha quindi presentato una nuova interrogazione perché ritiene vi sia l’assoluta necessità di conoscere se sia stato o meno rispettato quanto previsto dalla Joint Commission per l’U.O. di Pediatria del Santa Chiara durante la degenza del paziente vittima del contagio malarico.

“Ci piacerebbe inoltre sapere l’opinione della Joint Commission in merito al fatto che un primario in Trentino non sarebbe tenuto a svolgere prestazioni cliniche”, conclude Filippo Degasperi (M5S).


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136