QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Futuro dei piccoli ospedali alpini: a Trento convegno del gruppo parlamentare. Panizza: “Aprire confronto Stato-Regioni sulla salute”

domenica, 8 febbraio 2015

Cles – Quale futuro per i piccoli ospedali. Lunedì 9 febbraio a Trento si parla del futuro dei piccoli ospedali, infatti nella sala riunioni del Consorzio dei Comuni a Trento l’Intergruppo Parlamentare per lo Sviluppo della Montagna organizza un incontro con i sindaci ed i direttori sanitari dei piccoli ospedali alpini con meno di 500 parti all’anno per parlare in generale del futuro della sanità in montagna. Si aprirà il confroto tra diverse esperienze fatte nei territori delle Alpi anche al di fuori dei confini nazionali, sul futuro dei piccoli ospedali e dei punti nascita, sugli standard “in ospedale” e sugli standard per “arrivare “all’ospedale centrale”, sulle modalità organizzative e sul ricorso alla reperibilità.Senatore Franco Panizza 1

Gli ospedali coinvolti sono Cavalese, Cles,  Tione, Borgo Valsugana, Silandro, Vipiteno, San Candido, Sondalo, Chiavenna, Gravedona, Tolmezzo, Domodossola, Susa, Borgosesia, Agordo, Pieve di Cadore e Asiago. Di fatto sono coinvolte le regioni Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli, Lombardia e Piemonte.

L’OBIETTIVO 

Lo scopo – come  anticipato dal senatore Franco Panizza, “è concordare un’iniziativa comune e costituire un gruppo di lavoro interregionale per riaprire una trattativa presso la Conferenza Stato-Regioni in ordine all’accordo sulla salute firmato il 16 ottobre 2010″.

Introdurranno i lavori i due vicepresidenti dell’Intergruppo, onorevole Albrecht Plangger e senatore Franco Panizza. Seguiranno gli interventi di relatori che illustreranno il quadro degli standards di sicurezza in Svizzera, Austria e Germania e porteranno le esperienze delle Province di Trento e Bolzano, della Lombardia e delle Province montane di Sondrio e Belluno, del Friuli Venezia Giulia e del Piemonte.

Dopo il dibattito, verrà nominato il gruppo di lavoro. Presiede i lavori l’assessore provinciale Mauro Gilmozzi, mentre le conclusioni sono affidate al presidente dell’Intergruppo, onorevole Enrico Borghi.

IL PROGRAMMA – PICCOLI  OSPEDALI DI MONTAGNA

Il futuro dei punti nascita Lunedì 9 febbraio 2015  Consorzio dei Comuni - Via Torre Verde, 23 – Trento

PRESIEDE I LAVORI – L’assessore provinciale di trento, Mauro Gilmozzi
Ore 10.30 – INTRODUZIONE Onorevole  Albrecht Plangger Vicepres. Intergr. Parlam. Sviluppo Montagna
Ore 10.45 – INTRODUZIONE Senatore Franco Panizza Vicepres. Intergr. Parlam. Sviluppo Montagna
Esperienze sul territorio – organizzazione attuale futuro – ricorso reperibilità
Ore 11.00 – Quadro standards di sicurezza in Svizzera – Austria e Germania
Ore 11.15 – Provincia di Trento
Ore 11.30 – Provincia di Bolzano
Ore 11.45 – Regione Lombardia/Provincia montana Sondrio
Ore 12.00 – Provincia Belluno
Ore 12.15–  Regione Friuli Venezia Giulia
Ore 12.30 – Regione Piemonte
Ore 12.45 – Dibattito – Sono previsti Interventi dei Sindaci e ospiti presenti
Ore 13.15 – DESIGNAZIONE RAPPRESENTANTI GRUPPO DI LAVORO INTERREGIONALE
Ore 13.20 – CONCLUSIONI Onorevole ENRICO BORGHI Presidente Intergruppo


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136