QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Il ciclismo piange Brentari, ideatore del Giro del Trentino. I funerali a Nanno

lunedì, 17 marzo 2014

Nanno – Addio a Marco Brentari, figura storica del ciclismo e ideatore del Giro del Trentino. Si è spento dopo una lunga malattia Marco Bertari e il mondo del ciclismo è in lutto. Aveva 68 anni e mercoledì 19 marzo, alle 14, si terranno i funerali nella sua Nanno.
A lui si deve la nascita del Trofeo Melinda-Val di Non e il rilancio del ciclismo in Trentino, legato anche a Francesco Moser. Il Gruppo Sportivo Melinda, insieme al Consorzio Melinda, al Comitato Organizzatore della manifestazione, ai tanti amici e volontari piangono un amico caro e indimenticabile, rivolgendo un pensiero affettuoso alla famiglia di Marco. Il presidente della Federazione Ciclistica Italiana, Renato Di Rocco, esprime ai familiari e al Gs Melinda-Val di Non le più sentite condoglianze anche a nome del movimento ciclistico italiano.Brentari

Marco Brentari (nella foto dell’ultimo Giro con un ciclista del team Cannondale) è stato l’organizzatore del Trofeo Melinda, una delle gare ciclistiche italiane più importanti nel panorama italiano ed apprezzate a livello internazionale. Tutto iniziò nel 198, spinto dalla passione per il ciclismo. Nel 1980 il debutto con il circuito degli assi di Nanno. Erano gli anni d’oro di Francesco Moser e in Trentino tutto parlava di ciclismo. Brentari organizzò l’evento con grande attenzione e nel 1992 iniziò l’esperienza del Giro del Trentino- trofeo Melinda. Il nome di Melinda ha fatto il giro del mondo come uno dei rari casi di evento ciclistico legato indissolubilmente ad un marchio. Marco Brentari faceva parte del mondo Melinda anche nella sua attività lavorativa, essendo produttore di quelle mele di cui la Val di Non va così celebre e fiera. Ma attraverso la sua gara, Brentari riuscì nel corso degli anni a coinvolgere anche la Val di Sole, dando vita ad un lungimirante progetto di marketing territoriale. Alla famiglia è giunto il cordoglio di tutto il mondo sportivo, politico e amministrativo del Trentino.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136