QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Fusione dei Comuni in Trentino: i risultati del referendum nelle 55 località. 4 dicono No

domenica, 7 giugno 2015

Val Rendena – In Trentino dopo la tornata elettorale dello scorso mese anche in questo weekend si è votato fino alle ore 21 di domenica 7 giugno per i 19 referendum consultivi per la fusione di 55 comuni.

Gli elettori interessati erano 45.783. Affinchè il referendum sia valido occorre che in ogni Comune partecipi almeno il 40% degli aventi diritto al voto e le fusioni saranno possibili se in ogni Comune i voti favorevoli saranno la maggioranza.

Quorum raggiunto in tutti e 55 i Comuni. Gli elettori residenti all’estero, pur avendo diritto al voto, non sono computati per la determinazione del numero dei votanti necessario per la validità del referendum. I No arrivano a:

elezioni

Albiano e Lona Lases (Lona Lases dice No, Albiano dice sì);

Civezzano e Fornace (Fornace dice No, Civezzano dice sì)

Rendena Terme (Bocenago dice No, Strembo e Caderzone dicono sì);

Tesino (Pieve Tesino dice no, Cinte Tesino Castello Tesino dicono sì).

RISULTATI REFERENDUM: 15/19
Quindici sono gli ok alle fusioni (Porte Rendena, Vigolana, Sella Giudicarie, Contà, Castel Ivano, Tre Ville, Primiero San Martino, Amblar-Don, Altavalle, Ville d’Anaunia, Cembra-Lisignago, Madruzzo, Borgo Lares, Borgo Chiese). Quattro i no: Albiano-Lona Lases, Rendena Terme, Tesino e Civezzano-Fornace.

DATI: I RISULTATI COMUNE PER COMUNE

FUSIONE DEI COMUNI REFERENDUM APPROVATO
Legenda:
Nuovo Comune (Elenco Comuni che verranno uniti al voto con percentuale)

Altavalle (Faver 77,93%, Grauno 73,75%, Grumes 83,26, Valda 64,29%)

Altopiano della Vigolana ( Bosentino 86,93%, Centa San Nicolò 75,81%, Vattaro 82,93%, Vigolo Vattaro 92,06%)

Amblar-Don (Amblar 89,63%, Don 82,27%)

Borgo Chiese (Brione 79,27%, Cimego 64,85%, Condino 91,82%)

Borgo Lares (Bolbeno 83,61%, Zuclo 74,67%)

Castel Ivano (Spera 67,35%, Strigno 86,39%, Villa Agnedo 81,78%)

Contà (Cunevo 85,68%, Flavon 67,99%, Terres 87,96%)

Sella Giudicarie (Bondo 89,07%, Breguzzo 57,19%, Lardaro 75,89%, Roncone 88,38%)

Primiero San Martino di Castrozza (Fiera di Primiero 62,60%, Tonadico 85,55%, Transacqua 70,28%, Siror 85,66%)

Tre Ville (Ragoli 85,64%, Preore 86,42%, Montagne 86,93%)

Cembra Lisignago (Cembra 66,05%, Lisignago 50,87%)

Madruzzo (Calavino 81,83%, Lasino 91,40%)

Porte di Rendena (Darè 61,21%, Vigo Rendena 72,25%, Villa Rendena 73,46%)

Vallelaghi (Padergnone 87,20%, Terlago 85%, Vezzano 90%)

Ville d’Anaunia (Nanno 80,28%, Tassullo 87%, Tuenno 82,3%)

FUSIONE DEI COMUNI BOCCIATA

Albiano e Lona Lases (Albiano 71%, Lona Lases 34,6%)

Civezzano e Fornace (Civezzano 92,71%, Fornace 38,99%)

Rendena Terme (Bocenago 49,45%, Caderzone Terme 69,18%, Strembo 78,46%)

Tesino ( Castello Tesino  89,69%, Cinte Tesino 57%, Pieve Tesino 36%)

QUORUM RAGGIUNTO OVUNQUE: I DATI COMUNE PER COMUNE

Albiano 55,70% ; Lona Lases 85,36%

Faver 62,56% ; Grauno 68,38%; Grumes 67,43% ; Valda 70,37%

Bosentino 57,49% ; Centa San Nicolò 62,83% ; Vattaro 64,99% ; Vigolo Vattaro 60,56%

Amblar 67,33%; Don 72,22%

Brione 76,15% ; Cimego 63,95% ; Condino 51,34%

Bolbeno 68,13%; Zuclo 77,32%

Spera 76,61% ; Strigno 53,15%, Villa Agnedo 69,08%

Cembra 61,81% ; Lisignago 67,91%

Civezzano 45,61% ; Fornace 77,02%

Cunevo 70,54% ; Flavon 71,10% ; Terres 74,32%

Calavino 57,36% ; Lasino 58,60%

Darè 63,04% ; Vigo Rendena 63,91% ; Villa Rendena 60,03%

Fiera di Primiero 68,56%; Siror 54,05% ; Tonadico 61,20% ; Transacqua 55,72%

Bocenago 58,23% ; Caderzone Terme 65,78% ; Strembo 51,85%

Bondo 67,98% ; Breguzzo 73,20% ; Lardaro 63,33%; Roncone 47,19%

Castello Tesino 73,17; Cinte Tesino 75,93%; Pieve Tesino 78,03%

Montagne 79,38%; Preore 72,49% ; Ragoli 63,11%

Padergnone 59,57% ; Terlago 52,76% ; Vezzano 54,58%

Nanno 76,21% ; Tassullo 57,39%; Tuenno 54,59%


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136