Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad

Ad
Ad

Ad


Elezioni comunali a Ossana: candidati e programma della lista “Ossana 2020″

venerdì, 11 settembre 2020

Ossana – Alle Comunali del prossimo 20 e 21 settembre a Ossana (Trento) sono in corso due liste. Presentiamo oggi la lista Ossana 2020, con candidato sindaco Giacomo Bezzi.

Lista - Ossana 2020 Giacomo Bezzi

“La lista “Ossana 2020″ si propone alla guida dell’Amministrazione del Comune presentandosi con un gruppo di candidati che hanno maturato un notevole bagaglio di professionalità individuale e di esperienza nella gestione e organizzazione di realtà economiche sia pubbliche che private, con un forte radicamento nel tessuto sociale, nelle istituzioni e nel mondo del volontariato, ma soprattutto con un rinnovato entusiasmo nel proporre idee per il domani, nonché la disponibilità per attuarle con il contributo di tutti.

La sintesi di programma che segue può sembrare forse troppo ambiziosa, ma siamo convinti che per avere fiducia nel futuro, si debba seminare molto e su buoni terreni. Chiediamo pertanto il contributo di tutti nell’appoggiare le persone che hanno elaborato e che credono in questo programma”.

Lista - Ossana 2020Sono previsti due incontri per illustrare il programma e presentare la lista: sabato 12 settembre e venerdì 18 settembre – sempre alle 20.30 – al teatro comunale di Fucine

IL PROGRAMMA  DELLA LISTA “OSSANA 2020″ 

Rinuncia alla gestione associata con i Comuni di Pellizzano, Peio e Vermiglio, ripristino della completa pianta organica comunale onde permettere una riorganizzazione dei servizi, si valuterà entro fine 2020 che tipo di servizi tenere ancora in forma associata;

Urgente manutenzione ordinaria e straordinaria delle frazioni di Cusiano e Fucine trascurate dagli assessori precedenti negli ultimi anni come: marciapiedi, strade, illuminazione, parcheggi e arredo urbano;

Piano straordinario di sistemazione dei sentieri e delle strade forestali;

Pieno sostegno all’associazionismo in ogni sua forma, con messa a disposizione di strutture idonee all’aggregazione ed allo svolgimento delle relative attività;

Sviluppo e salvaguardia di Valpiana evitando investimenti invasivi ed eccessivamente antropizzanti; riordino e pulizia generale, sistemazione passeggiata “Sass Pisador” e Creazione di un piccolo punto di ristoro con servizi igienici. Attivazione percorsi per bike e punti di ricarica. Realizzazione percorsi Kneipp;

Efficientamento dei servizi quali acquedotto, raccolta rifiuti e sgombero neve con la riorganizzazione, per quest’ultimo, delle priorità di intervento;

Realizzazione della già prevista nuova Scuola Primaria con il parziale adeguamento di alcuni locali della Scuola Secondaria di primo grado, conseguente valutazione sul possibile riutilizzo a fini sociali (giovani e anziani) dell’attuale edifico della Scuola Primaria;

Realizzazione di una centrale di teleriscaldamento che utilizzi le risorse legno già disponibili in zona che attualmente vengono esportate anche fuori dalla valle;

Valutazione e realizzazione di una zona acqua calda ricreativa e piccola piscina con annessa palestra fitness;

Progettazione e realizzazione marciapiedi:

a Cusiano sistemazione del passaggio pedonale sulla statale 42 di fronte alla Chiesa con la chiusura della pericolosa strada comunale che scende dalla parte Manaol del paese e completamento del tratto di marciapiede, in continuità con quello proveniente da Pellizzano, nel tratto a valle della strada statale fino alla chiesa di S. Maria Maddalena;

a Fucine progettazione e realizzazione di un tratto di marciapiede che nella parte alta della frazione colleghi lo svincolo all’altezza dell’Albergo Pangrazzi con le ultime case del centro abitato;

Messa in sicurezza degli svincoli e degli attraversamenti pedonali sulla statale 42 sia a Cusiano che a Fucine e promozione degli uffici provinciali competenti, della realizzazione di una rotatoria di rallentamento in zona Casa Cantoniera sulla retta di Fucine;

Progettazione per la realizzazione di un’adeguata piazzola per l’elisoccorso per una ottimale gestione di eventuali situazioni di emergenza;

Promozione di nuove iniziative pubblico – private per la creazione di nuovi posti di lavoro per contrastare lo spopolamento e favorire la nascita di nuove famiglie e figli. Sviluppo di una nuova attività (in house) che si occupi della gestione delle centrali elettriche comunali e dei Comuni vicini ma che inoltre attivi un ufficio dove dei giovani diplomati e laureati possano sviluppare progetti di nuovi investimenti nel settore energetico e delle fonti rinnovabili, attraverso il coinvolgimento di soggetti anche privati (Fucine Film, Parco dello Stelvio, società impianti di risalita). Questa società potrà attingere ai contributi della Provincia e dell’Unione Europea;

Il Progetto parco zona campo sportivo diventerà il vero polmone verde ricreativo della comunità sia per residenti che per turisti attivando per stralci alcuni progetti già definiti dalla Comunità di valle e dal Comune come:

Riqualificazione area campo sportivo con parco giochi comunale collegato;

Realizzazione del canale campo/canoe collegato ad una mini centrale elettrica, eventuale confronto pubblico e referendum;

Riqualificazione urbanistica di una parte dell’area ex cava Edilbezzi (da concordare con il soggetto privato);

Ricollocamento del centro recupero materiali a Pellizzano in convenzione con lo stesso onde permettere un’apertura giornaliera;

Collegamento con l’area campo canoe attraverso la realizzazione di una passerella ciclo pedonale;

Creazione con il Comune di Pellizzano di una Pro loco che si occupi delle grandi e piccole manifestazioni turistiche e culturali.

• Cultura:
- Valutazione e realizzazione di una tensostruttura sull’area adiacente al Castello ove permettere la riorganizzazione delle manifestazioni e la promozione di piccolo artigianato locale. Realizzazione di un Progetto Europeo per l’inserimento del Castello in una rete di Castelli delle Alpi;
• Realizzazione di un Museo storico sulle centraline idroelettriche presso la ex centrale al Mulino;
• Pieno sostegno all’iniziativa dei Presepi alla sua realizzazione e gestione;
• Realizzazione di una nuova strada di accesso all’area artigianale previa demolizione ex casa cantoniera e realizzazione di un parcheggio per i bus di linea e turistici. Spostamento della pista ciclabile per la Val di Peio eliminando il pericoloso attraversamento davanti all’Hotel Pangrazzi.
• Completamento della zona artigianale con la realizzazione del ponte per la Val di Peio, in collaborazione con la Provincia;
• Sociale: apertura di un ufficio Patronato e CAF.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136