QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Donne in politica: aperto il ciclo di sedici incontri in Trentino

sabato, 18 ottobre 2014

Cavedago - È cominciato ieri sera presso il municipio di Cavedago il ciclo di sedici appuntamenti dal titolo “Impegnarsi oggi per costruire il domani” che l’assessore provinciale alle pari opportunità Sara Ferrari, assieme ad altre amministratrici impegnate nello svolgimento dei propri incarichi, terrà sul territorio.pejo lago palu

Il duplice obiettivo della serie di incontri pubblici è quello da un lato di stimolare la partecipazione delle cittadine all’appuntamento con le elezioni comunali della primavera 2015 e dall’altro di sostenere le aspiranti amministratrici, le donne che vorrebbero ambire a un ruolo di responsabilità pubblica. 

Accanto a Sara Ferrari, sul tavolo delle relatrici erano presenti Donata Sartori e Pamela Bottamedi, rispettivamente presidente e assessore alle pari opportunità della Comunità della Paganella; la consigliera provinciale Manuela Bottamedi; l’imprenditrice Rita Matano del coordinamento trentino donne imprenditrici; l’assessora Isabella Roncador in rappresentanza del Comune di Cavedago.

Dopo il saluto iniziale dell’assessora Pamela Bottamedi, che ha ripercorso le tappe di quanto la Comunità della Paganella ha sin qui fatto in tema di pari opportunità, è intervenuta Isabella Roncador che ha invece portato i saluti del Comune di Cavedago. È toccato quindi all’assessora Sara Ferrari aprire la serie degli interventi entrando subito nel cuore della questione: “Mettersi in gioco nel campo delle amministrazioni locali – ha subito puntualizzato, – è determinante per la componente femminile della società, così come è importante favorire le opportunità concrete perché le donne possano essere parte attiva del sistema politico. La legge del 2005, che rendeva obbligatoria la presenza delle donne con una percentuale non inferiore al 30% nelle liste dei candidati dei diversi partiti, ha provocato una crescita delle consigliere elette dal 15,8% del 2000 al 26,3% del 2010 e, contemporaneamente, un aumento del numero delle sindache dal 3,9% al 13%.

Ma è ancora troppo poco – ha proseguito l’assessora. – La strada da fare è ancora molta: dobbiamo tener duro e lo faremo coinvolgendo tutte le amministratrici che ricoprono oggi cariche pubbliche nella serie di incontri che, a partire da oggi qui a Cavedago, porteremo poi in tutte le Comunità di Valle. Un percorso apartitico e aperto a tutti.”

La primavera del 2015 vedrà il rinnovo dei Consigli comunali e sarà un’occasione da non perdere per aumentare ulteriormente e in misura significativa la presenza femminile nelle amministrazioni locali. “Perché è utile e necessario – ha sottolineato ancora Sara Ferrari, – che le donne siano presenti nei luoghi in cui si prendono le decisioni per la comunità”. E il ciclo di incontri “Impegnarsi oggi per costruire il domani” cominciati ieri a Cavedago serve proprio a questo: a stimolare la partecipazione delle cittadine trentine all’appuntamento elettorale, a fornire loro utili informazioni e la possibilità di confrontarsi direttamente con le testimonianze e le esperienze vissute dalle donne che già hanno fatto la scelta di partecipare alla vita pubblica nei Comuni, nelle Comunità di Valle, in Consiglio provinciale. “È un dato ormai accertato che la competitività di un territorio – ha precisato Sara Ferrari, – dipende in modo diretto dalla valorizzazione delle competenze, delle capacità e delle esperienze femminili nella vita sociale ed economica. È anche per questo che è indispensabile che le donne siano presenti nei luoghi in cui vengono prese le decisioni da cui dipendono le sorti delle nostre comunità”.

Appassionati ma allo stesso tempo anche molto concreti sono stati gli interventi di Manuela Bottamedi, consigliera provinciale che ha parlato del suo impegno in politica, e dell’imprenditrice Rita Matano, del coordinamento trentino donne imprenditrici, che ha invece affrontato l’aspetto delle donne che hanno responsabilità nel mondo del lavoro. Ma quel che ha reso la serata ricca di spunti e di idee è stata la presenza sia di donne già impegnate nella politica e nelle amministrazioni, sia di donne venute a Cavedago per imparare, per ascoltare, per confrontarsi con chi l’esperienza l’ha già fatta, in vista di una loro prossima scelta di mettersi appunto in gioco. Dalle testimonianze uscite dal dibattito è comunque emersa l’importanza di rappresentare gli interessi della propria comunità nella sede decisionale e la necessità che questa presenza garantisca una pluralità di visioni e di esperienze.

La serata è stata chiusa da Donata Sartori, presidente della Comunità della Paganella, che ha fatto la sintesi dell’incontro sottolineandone ed evidenziandone soprattutto gli aspetti positivi: “Fare l’amministratrice è spesso pesante e faticoso, ma serate come queste servono a darti la carica, a riempirti di idee e di energia”. Insomma, il “tour” voluto dall’assessora Ferrari è partito sotto i migliori auspici.

I prossimi appuntamenti pubblici saranno lunedì 20 ottobre, sempre alle 20,30, presso la sala del Consiglio del Comun General de Fascia e giovedì 23 ottobre nella sala conferenze della Biblioteca comunale di Cavalese per la Comunità territoriale della Val di Fiemme.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136