QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Dipendenti infedeli della Trentino Trasporti, in 5 rischiano il posto per biglietti duplicati

giovedì, 28 novembre 2013

Cles – Un’inchiesta che fa tanto rumore in città e in Val di Sole: cinque dipendenti della società Trentino Trasporti, che gestisce il servizio sulla linea Trento-Malé, sono finiti nei guai per aver venduto biglietti duplicati. Tutti devono rispondere del reato di peculato e sono stati sentiti dal Gip Forlenza.  Quattro dipendenti, uno di Trento gli altri di Cles e Mezzolombardo, hanno cercato di difendersi dall’accusa, mentre il quinto si dichiara estraneo ai fatti. L’inchiesta è scatta a metà agosto quando venne scoperto da un controllore biglietti della stessa serie, quasi fosse un duplicato. Inizialmente si pensava a qualchfoto_4e falsario, invece dopo due mesi di indagini la Procura ha chiesto conto a cinque dipendenti dell’azienda di trasporto. Le indagini della Polizia postale hanno portato anche a quantificare il danno per l’azienda, circa 4mila euro. Adesso i cinque dipendenti, oltre alla sospensione dal posto di lavoro, rischiamo il licenziamento.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136