QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Dimaro, ritiro del Napoli in Val di Sole: i tecnici della squadra azzurra soddisfatti delle strutture

giovedì, 25 giugno 2015

Dimaro - E’ iniziato il conto alla rovescia verso l’inizio del quinto raduno precampionato del Napoli a Dimaro, in val di Sole. Si è svolto il tradizionale sopralluogo tecnico allo stadio e allo SportHotel Rosatti, strutture che per venti giorni ospiteranno la squadra del neo tecnico Maurizio Sarri.

Vari i temi affrontati di natura logistica.Napoli a Dimaro 2 E’ stata confermata la disputa di due allenamenti giornalieri e di tre amichevoli: il 21/7 contro una squadra dilettanti del Trentino, il 24/7 molto probabilmente contro il “solito” Feralpi Salò e il 30/7 contro una formazione di caratura superiore, probabilmente internazionale (Nella foto una delle serate dello scorso anno con i giocatori azzurri a Dimaro).

Nella delegazione del Napoli con Antonio Saracino e Nicola Lombardo ha raggiunto la Val di Sole anche Francesco Sinatti, nuovo preparatore atletica degli azzurri, che ha preso visione in anteprima delle strutture sede del ritiro, rimanendone molto positivamente impressionato. E al termine ha espresso un giudizio estremamente lusinghiero.

Ad accogliere la delegazione napoletana vi erano, tra gli altri, il sindaco di Dimaro Romedio Menghini con il vicesindaco Fabio Albasini e l’assessore Alessandro Fantelli, il presidente dell’Apt Luciano Rizzi con il direttore Attilio Gregori. Anche quest’anno il programma collaterale prevede le esibizioni di Guido lembo e del Cast di comici della trasmissione di Rai2 Made in Sud.

Il Napoli rimarrà in ritiro dall’11 al 31 luglio allungando il periodo precedentemente previsto. Cinque giorni di permanenza in più che confermano il forte legame instaurato negli ultimi anni tra la val di Sole e la società del presidente Aurelio De Laurentiis.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136