Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca qui.
X
Ad
Ad
Ad

Ad


Dimaro-Folgarida, riqualificazione dell’area lungo l’asta del Meledrio

domenica, 8 settembre 2019

Dimaro Folgarida – Un nuovo progetto urbanistico e turistico, con valenza di valle e provinciale e che riguarda un’area di interesse sovracomunale, è stato l’oggetto di un incontro nella sala del Consiglio del comune di Dimaro-Folgarida, al quale hanno partecipato, fra gli altri, il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti e i dirigenti provinciali Raffaele De Col, responsabile dell’Unità di missione strategica grandi opere e ricostruzione e Giovanni Gardelli, responsabile dell’Unità di missione strategica coordinamento enti locali, politiche territoriali e della montagna.

areaL’incontro, presieduto dal sindaco Andrea Lazzaroni, ha fatto il punto sui progetti di riqualificazione dell’area lungo l’asta del Meledrio, nei pressi del centro sportivo di Dimaro/Carciato, che interesseranno per i prossimi 3-4 anni una zona di circa 20 mila metri quadri e che riguardano anche i territori confinanti di Madonna di Campiglio e di Commezzadura data la funzione catalizzatrice dell’area coinvolta. A monte del progetto, infatti, si prevede la nuova piazza Belvedere in direzione Folgarida; a valle, un futuro raccordo con la ciclabile Cles-Mostizzolo. Cardine della riqualificazione è un nuovo parco urbano, che ospiterà anche un bike park dotato di pista pump track, pump track per bambini e jump line e pensato in accordo fra Comune, Asuc e Funivie Folgarida-Marilleva. Nella stessa località sorgerà la nuova scuola primaria e una nuova palestra con oltre 90 posti a sedere.

“Una strada maestra per rilanciare il nostro territorio” ha commentato il sindaco Lazzaroni spiegando il progetto complessivo al presidente Fugatti, che lo ha esaminato con interesse. Nel corso del mese di settembre lo stesso progetto sarà presentato dettagliatamente in Consiglio comunale a Dimaro.

L’area oggetto dell’intervento comprende principalmente il terreno adiacente al campo sportivo di Dimaro/Carciato ed il parco giochi esistente a monte della strada comunale, situate sul confine con la frazione di Carciato, facilmente raggiungibili dalla frazione di Monclassico. Nella zona adiacente il palazzetto dello sport è prevista la costruzione della nuova scuola elementare del comune di Dimaro-Folgarida. Il nuovo polo scolastico sarà dotato di palestra in diretto collegamento con gli attuali servizi del campo sportivo. Verrà realizzata anche una nuova strada d’accesso a est dell’area, che lascerà più spazio all’area verde di progetto.

La riqualificazione prevede che a nord della strada comunale l’ampia area verde sia adibita a parco giochi, con la previsione di un padiglione per la musica per manifestazioni all’aperto e servizi igienici. Il sentiero esistente che costeggia il torrente costituirà il punto d’unione fra i vari spazi ricreativi, nonché una piacevole passeggiata. L’area dell’attuale parco giochi verrà adibita a parco per lo sport, mantenendo il campetto polifunzionale ed il campo bocce. Un edificio per i servizi sorgerà al posto dell’attuale bar. A monte del parco tutta l’area verrà occupata da un bike park per adulti e ragazzi. Salendo in destra orografica del torrente Meledrio in corrispondenza del primo tornante della strada statale per Madonna di Campiglio, il progetto prevede una passerella pedonale in legno che porterà all’incrocio dei sentieri che si inoltrano nella Val Meledrio. Una zona già di interesse culturale per la presenza dell’ecomuseo, che verrà ulteriormente valorizzata, anche attraverso un percorso di «forest bathing» dedicato al benessere.



© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136