QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Dimaro Folgarida: intervista al neosindaco Andrea Lazzaroni. Presto la nomina della Giunta

mercoledì, 11 maggio 2016

Dimaro Folgarida – Il nuovo sindaco di Dimaro Folgarida è già al lavoro per definire la Giunta e i primi adempimenti dopo l’elezione. “Mi sono insediato subito – spiega Andrea Lazzaroni (nella foto), 43 anni, architetto, eletto sindaco di Dimaro Folgarida nella tornata elettorale di domenica scorsa – e il primo passo è costruire un nuovo Comune, quello nato dall’unione di più realtà – Dimaro e Monclassico su tutti – e quindi avviare un processo di integrazione, migliorando i servizi che vengono offerti al cittadino“.

Andrea lazzaroni 01

Il neo sindaco ha ringraziato il commissario Gilberto Masé, che ha retto le sorti del municipio, nella fase di transizione post referendum fusione, fino alle elezioni comunali di domenica scorsa. “Il processo di unione di più Comuni avviato in Val di Sole e non solo a Dimaro – osserva Andrea Lazzaroni – prosegue a grandi passi anche in altre realtà e la nuova amministrazione uscita dal voto di domenica ha un compito importante di favorire l’integrazione, superando gli ostacoli e le divisioni che sono scaturite dopo il referendum“.

D’altro lato – prosegue il neo sindaco – sono i tempi a indicarci la strada da seguire, senza fusione e con Comuni frazionati c’era il rischio di ritrovarci isolati e di non riuscire a supportare nel migliore dei modi tutti i servizi“.

DIMARO – MONCLASSICO

Entrambe le realtà hanno il medesimo numero di consiglieri ( 7 a testa ) e questo è sicuramente importante per un equilibro tra le due realtà: “I consiglieri – afferma Andrea Lazzaroni – avranno la possibilità di interagire e portare avanti le istanze del territorio”. Il nuovo consiglio comunale è così composto: 10 consiglieri della lista “Energia Comune” e 5 della lista “Insieme per crescere”. Sono stati eletti per “Energia Comune” Alessandro Fantelli (178 preferenze), Romedio Menghini (137), Monica Tomasi (121), Stefano Stanchina (113), Veronica Cavallar (86), Ivano Job (85), Alessandro Largaiolli (85), Catia Nardelli (85), Matteo Mora (78). ”Insieme per crescere” porta in consiglio comunale, oltre alla candidata sindaco Valentina Barbacovi, Carlo Ravelli (165), Mirco Cristian Cavallar (135), Gabriele Bisoffi (115), Paolo Bisoffi (86).  Il neo sindaco ha preso atto degli adempimenti ed entro dieci giorni convocherà il Consiglio comunale che si dovrà tenere entro i dieci giorni successivi. “In tempi brevi – annuncia Andrea Lazzaroni – contiamo di definire la Giunta”.

IL PROGRAMMA  

Nei prossimi quattro anni – sostiene il neo sindaco “realizzeremo un programma che punti a valorizzare il turismo, a tutela del territorio e ambiente e migliore i collegamenti tra le diverse realtà del territorio“. Il riferimento è ai collegamenti tra Presson e Dimaro e tra Monclassico e Carciato, ma anche i servizi alle diverse realtà del paese, tra cui Folgarida. “Qui abbiamo un comprensorio sciistico con Campiglio e Marilleva tra i più migliori d’Italia  - prosegue Lazzaroni - e il nostro obiettivo è sicuramente quello di migliorare l’offerta turistica, che già oggi rappresenta un nostro punto di forza“.

Tra i progetti spicca quello di riqualificazione dei centri storici e di puntare sull’energia rinnovabile oltre all’eredità della precedente amministrazione: la nuova scuola elementare. C’è un finanziamento della Provincia di Trento (3 milioni di euro ndr.)  e la nuova amministrazione dovrà individuare la sede . “Il progetto scuola elementare – conclude il neo sindaco Lazzaroni – sarà presto preso in esame, con una riflessione sull’individuazione della sede migliore”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136