QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Coredo: 16° edizione del Simposio Internazionale di Scultura. Presentazione e programma

giovedì, 10 agosto 2017

Coredo – Presentata oggi nella sala consiliare di Coredo la 16° edizione del Simposio Internazionale di Scultura “Il legno prende vita”, la prima manifestazione di questo genere in Val di Non. prL’appuntamento è per la settimana tra il 14 e il 20 agosto a Coredo nel comune di Predaia, nelle due location del parco di casa Ossana e del giardino di piazza Santa Croce. Sarà possibile vedere gli artisti all’opera tra le 9 e le 12 e tra le 16 e le 19.30; la premiazione sarà domenica 20 agosto alle 14.30 nella piazza della Chiesa.

“Il tema di quest’anno, proposto dalla commissione cultura – ha spiegato l’assessore alla cultura Elisa Chini – è la pace interiore, la ricerca delle cose semplici: crediamo sia un tema che potrà permettere agli artisti di dare libero sfogo alla fantasia”.

Quindi la curatrice del simposio Barbara Widmann ha descritto il percorso che ha selezionato 8 artisti partecipanti rispetto ai 12 iniziali: “Una selezione di qualità che porta ancora una volta a Coredo nomi da tutta Italia e con una novità: il forzato forfait dell’artista ungherese Jozsef Lukacs ha portato al ripescaggio di Gino Taraboi”, mentre completano il parterre Giacomo Scandolo, Mariella Martinelli, Matthias Sieff, Paolo Moro, Paolo Schenal, Roberto Merotto e Salvatore Ligotti. Ringrazio per il sostegno il Bim Adige e l’Asuc di Coredo, oltre naturalmente all’ufficio cultura del comune con Sara Fondriest, Jessica Pellegrini e Mauro Malfatti”.

La giuria del concorso, che esaminerà le opere a metà settimana e alla fine del tempo a disposizione, sarà composta dal presidente Norberto Zadra, da Barbara Widmann e da Walter Martinelli; al vincitore toccherà un premio di mille euro.

Infine, il sindaco di Predaia, Paolo Forno ha ringraziato per la sua attività l’assessorato comunale alla cultura e ha aggiunto: “Con il simposio andiamo verso la parte più intensa dell’estate di Coredo, con un appuntamento nato nel 2001 e dal grande ritorno turistico; quando celebrammo il decennale passammo dal cirmolo di Fiemme al larice anaune, legno più difficile da trattare ma che ci ha permesso di valorizzare le risorse della nostra valle e di dare agli artisti un motivo di sfida in più; ci confermiamo anche quest’anno con un appuntamento di alto livello che negli anni ha dato modo al comune di Coredo, e ora di Predaia, di accrescere il valore del proprio patrimonio artistico. Ringrazio tutti coloro hanno partecipato e auspico per il prossimo anno ulteriori novità per questo che è il primo evento artistico legato alla scultura del legno della Val di Non”.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136