QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Coppa del Mondo a Madonna di Campiglio: dietro le quinte tv della 3Tre, il regista solandro De Manincor

sabato, 24 dicembre 2016

Madonna di Campiglio – Ha regalato un grandissimo spettacolo la 3Tre di Madonna di Campiglio. Sul Canalone Miramonti, non sono mancate le emozioni per le migliaia di spettatori che hanno seguito la gara di slalom speciale di Coppa del Mondo dal vivo e per quelli che, invece, hanno vissuto ogni secondo della discesa da casa. Un podio che ha visto tra i protagonisti anche il trentino Stefano Gross, che non si è fatto fermare dal mal di schiena e men che meno intimidire da due mostri sacri dello sci come Kristoffersen (primo) e Hirscher (secondo). sandro-demanincor-in-regiaMa a decretare il successo della 3Tre sono state anche le immagini televisive che hanno fatto il giro del mondo.

A raccontare per la diretta televisiva il grande show sportivo del circo bianco è stato un altro trentino, il regista solandro Sandro de Manincor, che da anni firma la regia internazionale per conto di Infront Sports&Media, la società che produce le gare di Coppa del Mondo. Giocando in casa, il regista ha saputo descrivere ogni attimo della gara, riprodurre con immagini incredibili la velocità e la pendenza delle discese e catturare le emozioni sul volti dei protagonisti e la festa sugli spalti, confermando di essere il punto di riferimento a livello internazionale tra i registi della Ferederazione Internazionale dello Sci (Fis). Il dietro le quinte di una gara di Coppa del Mondo parla di un lavoro di équipe eseguito da un team di professionisti con mansioni e ruoli ben definiti: da 40 a 90 persone fra cameraman, tecnici e addetti vari in base alle discipline, che fanno sì che ogni evento sia narrato nel modo più spettacolare possibile.

Oltre naturalmente a un importante supporto tecnologico. Solo a Campiglio, sono state impiegate 16 telecamere, di cui due bracci e due high speed camera. «Un night slalom come quello di Campiglio – commenta de Manincor – ha una magia tutta particolare e si colloca ai vertici mondiali tra le gare di Coppa del Mondo. Raccontare un evento come questo e l’atmosfera che si vive non è facile. Lo si può fare solo se accanto si ha una grande squadra». Una squadra, che, con de Manincor, vede impegnati altri trentini come Roberto Candela, assistente alla regia, Laura Gasperi, camerawoman, e Lino Guazzo, cameraman. Tanti sono stati gli apprezzamenti ricevuti dai broadcaster e dalla Fis per l’alta qualità delle immagini, già vista anche nelle altre gare dirette da de Manincor in Canada, Francia e Italia. Davvero grande è stata l’attenzione mediatica che la 3Tre di Campiglio ha richimato su di sè, confermata anche dal grande impegno profuso dalla Rai che ha integrato le immagini della regia internazionale con le interviste da bordo pista ai campioni.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136