QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Cles, vernissage per l’atelier e la collezione maison “La Cles”

venerdì, 18 agosto 2017

Cles – Vernissage per l’atelier “la Cles” di Margherita de Cles. Alla cerimonia, che si è svolta nel tardo pomeriggio, di ieri nello storico Palazzo del lago in via Trento a Cles (Trento) alla presenza delle autorità, in particolare del sindaco Ruggero Mucchi, dell’assessore Andrea Paternoster, quindi il senatore Franco Panizza, il vicepresidente del Consiglio Regionale Trentino, Lorenzo Ossanna. il presidente della Pro loco di Cles, Lorenzo Paoli (video sotto), lo scrittore Antonello Carbone, Elena Gabardi di Casa “Sebastiano”, esponenti della società civile e tanti cittadini.

La designer fashion Margherita de Cles ha presentato l’atelier e la collezione maison “la Cles” e sottolineato: “Le mie radici sono divise tra Trentino e Sicilia, ritengo che sia fondamentale coniugare Nord e Sud con le mie collezioni”. A inaugurare l’atelier è stata Agata Patrizia Saccone, giornalista e presidente di Taomoda, alla presenza di Augusta da Cles, madre di Margherita. Quindi il giornalista Rai e scrittore Antonello Carbone ha presentato il suo libro “Il giallo sole di Vendicari”, edizioni Manni. Il giornalista ha illustrato il leitmotiv del libro e i legami che uniscono la sua attività in Sicilia e il Trentino, poi ha raccontato storie di vita e sbarchi in Sicilia. “Vedere gli occhi di quei bambini appena sbarcati in Sicilia ti stringono il cuore e questo si ripete tutti i giorni”, ha raccontato Carbone. “In questo libro – ha concluso lo scrittore – mi avvicino più al pensiero di Sciascia piuttosto che a Camilleri”.

Dopo l’inaugurazione dell’atelier “la Cles” a Palazzo del lago, si è svolta la cena di gala in favore di Casa “Sebastiano” il nuovo centro della Fondazione Trentina per l’autismo onlus e la finale regionale di Miss Italia in Trentino, condotta da Sonia Leonardi. Il ricavato della serata sarà destinato alla Fondazione Trentina per l’Autismo onlus.

VIDEO


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136