QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Cles, ruba una bici da mille euro: giovane denunciato dai carabinieri. Lite a Santa Giustina: in cinque nei guai

mercoledì, 17 agosto 2016

Cles – La massiccia presenza di pattuglie voluta dal comandante provinciale di Trento durante il lungo ponte di ferragosto non ha dissuaso un giovane della Val di Non il quale a Cles, approfittando di un momento di distrazione del proprietario, si è impossessato di una mountain bike del valore di circa mille euro.carabinieri Cles 1

I Carabinieri della locale Stazione, quando, a distanza di qualche ora dal fatto, sono stati messi a conoscenza di quanto accaduto, hanno dato corso ai possibili accertamenti raccogliendo da alcuni testimoni dell’evento una sommaria descrizione del ladruncolo. Si sono così messi sulle tracce di un venticinquenne del posto che, da qualche giorno, non passava inosservato per le vie del Paese, apparendo provato da un momento di scarsa disponibilità economica.

Predetto è stato rintracciato nella mattinata di ieri presso uno dei bar della zona, dove si era recato proprio in sella al velocipede. Fermato da una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile e condotto nella caserma di Cles, non ha potuto che ammettere le proprie responsabilità.

RISSA
I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cles hanno anche denunciato in stato di libertà cinque giovani residenti nei Paesi della terza sponda del lago di Santa Giustina, due dei quali ancora infradiciottenni.

I predetti – per questioni che le indagini, tuttora in corso, dovranno meglio chiarire – si sono affrontati per le vie di Revò dandosele di santa ragione. I militari hanno saputo del pestaggio vagliando un referto medico emesso dal pronto soccorso del locale ospedale, dove ad uno dei coinvolti è stata diagnosticata la frattura pluriframmentaria di un osso della mano, lesione guaribile con una prognosi di almeno 30 giorni.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136