QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad
Ad


Cles, risarcito l’ex capo dell’ufficio tecnico del Comune

venerdì, 2 febbraio 2018

Cles – Il Comune di Cles dovrà versare all’ex capo dell’ufficio tecnico quasi 35mila euro per demansionamento. Lo ha stabilito il giudice del lavoro di Trento, Michele Maria Benini, che al termine di una lunga battaglia in tribunale ha stabilito che non ci fu mobbing  nei confronti dell’ex capo ufficio tecnico, ingegner Alberto De Vecchi. Il tecnico, dal 1998 al 2008, aveva guidato il Servizio edilizia privata del Comune di Cles e successivamente venne trasferito.

Aula Alessandrini tribunale Trento 1

Per il giudice – il trasferimento ad altro ufficio – fu  demansionamento, quindi per i cinque anni (2008-2013) in cui fu confinato in un ufficio, senza essere valorizzato per le sue competenze, deve essere risarcito. La cifra stabilita è di 34.597 euro, il 30 per cento della retribuzione mensile dell’ingegnere De Vecchi, ora in servizio alla Comunità della Valle di Sole. Il legale del Comune di Cles ha sostenuto che non ci fu mobbing nè demansionamento dell’ex tecnico comunale.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136