QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Cles: Pomaria, quasi 20mila presenze. Odorizzi: “Weekend straordinario, un successo l’edizione 2015″

domenica, 11 ottobre 2015

Cles - Grande successo dell’edizione 2015 di Pomaria, l’evento che ha tenuto banco a Cles (Trento) e che ha richiamato quasi 20mila persone tra stand e mercatini allestiti nel centro storico della località della Val di Non.

Poi tanti appuntamenti, in particolare le visite guidate al frutteto storico di Cles, un viaggio sul trenino storico della Trento-Malè, visite a Castel Valer e un ospite davvero d’eccezione: chef Rubio, noto volto televisico di DMax (Nelle foto alcuni momenti della giornata odierna, il palco pronto per lo chef Rubio e il pubblico, stand, trenino storico e interventi delle autorità)

 

L’idea di organizzare l’evento a Cles, negli scorsi anni si è svolto nel borgo di Casez, ha colto nel segno. “Sicuramente – ha sottolineato in apertura della manifestazione il sindaco di Cles, Ruggero Mucchi – la location del 2015 offre più spazi al pubblico”.

Giunta all’11^ edizione, Pomaria da festa in omaggio delle mele ha saputo evolversi diventando un laboratorio diffuso sul rapporto di identità che in Val di Non si è instaurato tra la coltivazione delle mele e il territorio. Un legame che ha consolidato tradizioni, ha modellato “in verde” il panorama, ha favorito eccellenze gastronomiche collaterali alla produzione della frutta e, fattore che alimenta anno dopo anno l’evento.

In apertura della manifestazione sono intervenute le autorità e gli amministratori locali, oltre al sindaco Mucchi, il primo cittadino di Sanzeno, Paolo Pellizzari, quindi Brunella Odorizzi presidente della Strada della mela e dei sapori che ha curato l’organizzazione della manifestazione, il presidente della Comunità di valle, Silvano Dominici, il presidente dell’Apt Andrea Paternoster, e di Melinda, Michele Odorizzi, il senatore Franco Panizza.

LA MANIFESTAZIONE

L’essenza della manifestazione rimane la stessa: fare incontrare ai visitatori un modello di agricoltura che con il territorio è fortemente identitario e fare scoprire loro le eccellenze gastronomiche locali che ruotano attorno alle mele e a forme di produttività artigianale.

Negli stand allestiti a Cles  e durante le visite guidate si potevano osservare 80 varietà di mele, quindi piccole produzioni spumantistiche di Trento D.O.C., distillati, mieli artigianali, leccornie artigianali, i prodotti di Dal Gran al Pan, realtà della Val di Non dedita alla panificazione e pasticceria nata dalla passione per le farine che una volta erano tipiche dell’alta montagna.

Tra le novità lo show cooking di questo pomeriggio dello chef Rubio (dal programma “Unti e bisunti” di Dmax) che ha incantato migliaia di nonesi e turisti.

Pomaria si è riconfermata manifestazione di particolare rilevanza, per la valle e per Cles una grande opportunità, una vetrina per i prodotti della Val di Non e del Trentino.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136