QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad


Ad
Ad

Cles: oltre 10mila visitatori in un mese e mezzo per la mostra “Tacco quindici”

martedì, 18 agosto 2015

Cles – A Cles la mostra Tacco Quindici supera quota 10.000 visitatori dopo un solo mese e mezzo dall’apertura dell’esposizione. Nella sola settimana di ferragosto sono entrate a Palazzo Assessorile ben 2455 persone.tacco quindici

La mostra evento ‘Tacco Quindici – La scarpa nella storia, nello spettacolo e nell’arte contemporanea’, ospitata fino al 27 settembre presso gli spazi di Palazzo Assessorile, sta suscitando grande interesse: alla data del 16 agosto l’esposizione, curata da Pietro Weber, Marcello Nebl e Ruggero Miti e promossa dal Comune di Cles, ha già raggiunto il ragguardevole numero di 10.000 visitatori, a conferma del valore della proposta culturale dell’estate clesiana.

Finora la mostra è stata visitata da persone provenienti da tutto il mondo, alcune delle quali giunte a Cles appositamente per l’evento, come testimoniano i commenti positivi ed entusiasti che questi hanno lasciato. Il tema della calzatura, nella sua valenza sociale ed artistica, si sta rivelando un’attrattiva vincente, in grado di catalizzare gli interessi non solo dei clesiani e dei nonesi ma anche dei numerosi ospiti presenti in valle. Con la mostra ‘Tacco Quindici’ il Palazzo Assessorile si conferma il principale motore culturale della Valle di Non assieme a Castel Thun. La mostra, che vede protagoniste oltre settanta paia di scarpe di eccezionale valore associate a opere d’arte firmate appositamente da grandi artisti italiani contemporanei, rimarrà aperta fino al 27 settembre.

TACCO QUINDICI
La scarpa nella storia, nello spettacolo e nell’arte contemporanea
Palazzo Assessorile, Cles (Trento)
4 luglio – 27 settembre 2015

Dal 4 luglio il Palazzo Assessorile di Cles (Tn) ospita la mostra ‘Tacco Quindici’. L’esposizione, curata da Pietro Weber, Marcello Nebl e Ruggero Miti è promossa dal Comune di Cles, dalla Regione Autonoma Trentino-Alto Adige, dalla Provincia Autonoma di Trento e dal BIM dell’Adige.

La mostra ‘Tacco Quindici’ è un evento espositivo dedicato alla calzatura, ai personaggi, alle storie ad essa legate ed all’evolversi del gusto e della moda che l’hanno eletta a proprio baluardo.

La mostra si divide in cinque sezioni principali, dedicate rispettivamente alla scarpa nella storia, nel cinema, nella moda italiana, nello sport e nell’arte contemporanea.

Le calzature esposte, pezzi unici di estremo valore storico ed artigianale, provengono da diverse collezioni di livello mondiale: le calzature nella storia, dal Museo della Calzatura di Vigevano; le calzature dei grandi attori del Novecento – da Marcello Mastroianni a Massimo Troisi, Alberto Sordi, Totò, Leonardo Di Caprio, Russel Crowe, Nicole Kidman, Charlton Heston – dalla collezione delle Calzature Pompei di Roma, rappresentante l’alto artigianato a servizio del teatro e del cinema mondiale del Novecento; le calzature nello sport e nella moda, da vari prestatori privati e da grandi nomi che hanno fatto la storia della scarpa, da La Sportiva a Tod’s.
Sono a disposizione infine vere e proprie preziosità, come gli scarponi da montagna indossati sull’Adamello e nei frequenti soggiorni alpini da papa san Giovanni Paolo II.

Come ormai da tradizione per le mostre estive dell’estate clesiana, all’oggetto protagonista dell’evento sono associate importanti opere d’arte contemporanea, frutto del genio di autori storici del Novecento mondiale come Andy Warhol, Arman, Umberto Mastroianni, Daniel Spoerri, Renato Guttuso e di artisti invitati a lavorare appositamente sul tema, come Franco Rasma, Luigi Stoisa, Corrado Levi e Kangiro Azuma.

Inoltre, nella sezione artistica, sono presenti con una propria opera selezionata le Accademie di Belle Arti di Bologna, Ravenna, Milano, Torino e Venezia.

A contorno della mostra sono stati pubblicati un catalogo di 80 pagine (Temi Editrice) con testi di Davide Brullo, Marcello Nebl, Mara Davi, Ruggero Miti e un video promozionale con la partecipazione straordinaria di Giancarlo Giannini, Gianni Morandi e Maurizio Scaparro, con la regia di Ruggero Miti.

SCHEDA TECNICA DELLA MOSTRA

1. titolo: TACCO QUINDICI
2. sottotitolo: La scarpa nella storia, nello spettacolo e nell’arte contemporanea
3. sede espositiva: Palazzo Assessorile di Cles (TN)
4. durata: 4 luglio – 27 settembre 2015
5. apertura: Entrata libera.
Aperto dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00. Lunedì chiuso.
Aperture serali nei giorni festivi e durante le manifestazioni di piazza.
6. curatela: Pietro Weber, Ruggero Miti, Marcello Nebl
con la collaborazione di Mara Davi
7. organizzazione: Comune di Cles
8. patrocini: Regione Trentino Alto Adige – Suedtirol; Provincia Autonoma di Trento; BIM dell’Adige.
9. tema della mostra: La mostra raccoglie una selezione di calzature, provenienti da diverse importanti collezioni pubbliche e private, in grado di raccontare storie e tradizioni, mode e sviluppo tecnologico.
La mostra si svilupperà lungo quattro sezioni principali, dedicate rispettivamente alla scarpa nella storia, nel cinema, nella moda italiana e nello sport.
Alle calzature esposte come veri e propri gioielli, saranno associate importanti espressioni artistiche contemporanee, frutto del genio di autori storici del Novecento mondiale come Andy Warhol e Umberto Mastroianni, e di artisti invitati a lavorare appositamente sul tema.

11. catalogo: Temi Editrice.
Testi di Davide Brullo, Marcello Nebl, Mara Davi e Ruggero Miti

12. sezioni della mostra:
1.La scarpa nella storia
2.La scarpa italiana
3.La scarpa nello sport
4.La scarpa nel cinema
5.Scarpa e arte figurativa

13. artisti in mostra:
Andy Warhol,
Umberto Mastroianni,
Daniel Spoerri,
Oliviero Dusini,
Arman,
Kangiro Azuma,
Corrado Levi,
Giorgio Ramella,
Franco Rasma,
Eleonora Cumer,
Chiara Ferrin,
Marco Pellizzola,
Paola Babini,
Marcovinicio,
Emma Ronnholm e Salla Vapaavuori,
Pietro Weber,
Luigi Stoisa.

Accademie di Belle Arti di:
Venezia (Luca Marignoni),
Bologna (Graziano Spinosi),
Ravenna (Marica Pelliconi),
Milano (Cristina Mustaro),
Torino (Simone Scardino);
Liceo Artistico di Torino (Giulia Parisi).


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136