QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Cles: la Lega Nord Trentino presenta interrogazione sulle scuole elementari

mercoledì, 16 aprile 2014

Cles – Altra polemica sulla demolizione delle scuole elementari di Cles, infatti nelle ultime settimane, nell’abitato di Cles, sarebbe nata una polemica in merito alla decisione da parte del sindaco Maria Pia Flaim e della Giunta comunale di demolire le scuole elementari, spostandole dall’attuale sede in Via Filzi all’edificio in Via Chini.

Le proteste paiono essere state numerose, non soltanto da parte delle forze di minoranza presenti in Consiglio comunale ma anche da parte di numerosi cittadini che non riuscirebbero a capacitarsi della necessità di tale intervento.

Tale decisione, però, pare riguardare un progetto molto più ampio ovvero l’accorpamento delle scuole dalle medie inferiori alle superiori procedendo all’allargamento dell’attuale polo scolastico comprendente il liceo Russell e l’istituto tecnico Pilati servendosi dell’area occupata attualmente dall’ex conceria Dusini. Le scuole elementari, in tal modo, pare prenderanno il posto delle attuali medie in Via Chini inaugurate soltanto qualche anno fa.

Durante la demolizione delle scuole elementari, gli alunni pare verranno trasferiti nella struttura denominata “ex Filanda” e nelle vicine scuole medie mentre la scuola musicale ospitata verrà trasferita all’ex don Orione, un immobile che quindi sembra non sarà più abbattuto. Per quanto concerne il trasloco delle scuole elementari (si parlerebbe del mese di settembre) verranno utilizzate le risorse economiche destinate al nuovo asilo nido mentre il progetto di quest’ultimo pare verrà rivisto.

Una questione certamente complessa ma che lascerebbe ombre e poca trasparenza all’interno del processo decisionale che non sembrerebbe aver coinvolto, in nessun passaggio, la popolazione, quanto meno per illustrare la propria decisione e i risultati della perizia commissionata ad una ditta circa lo stato della struttura ospitante le scuole elementari a Cles.

Partendo da questa premessa i consiglieri della Lega Nord Trentino, Maurizio Fugatti e Claudio Civettini  hanno presentato un’interrogazione al Presidente della Provincia per sapere: “Se corrisponde al vero la volontà di demolire la struttura in via Filzi ospitante, attualmente, le scuole elementari e, nel caso di risposta affermativa, quali sono le motivazioni alla base di tale scelta (si chiede copia della perizia commissionata alla ditta);Lega Nord Trentino1

2.Se risulta veritiero che la popolazione non è stata in alcun modo informata dei fatti dal sindaco Flaim e, se sì, per quale motivo non è stato fatto nessun incontro con la cittadinanza;
3.Se i genitori degli alunni fossero al corrente della volontà di trasferire le classi elementari;
4.Quando è nata la volontà di unificare in un unico complesso le scuole medie inferiori e superiori, considerando la recente costruzione del polo scolastico che attualmente ospita il liceo Russell e l’istituto tecnico Pilati;
5.Per quale motivo pare verranno utilizzate le risorse del nuovo asilo nido per effettuare a settembre il trasloco delle scuole elementari e quale conseguenza avrà l’utilizzo di tali fondi per il nuovo asilo nido;
6.Se vi sia già un progetto riguardante il polo unificato e a quando l’inizio dei lavori;
7.Con quale iniziale finalità è stata acquistata l’ex conceria Dusini, per quale importo e perché per diversi anni è rimasta abbandonata senza destinazione d’uso”.

L’interrogazione sarà discussa in uno dei prossimi Consigli provinciali. (Nella foto sopra Maurizio Fugatti con Matteo Salvini e Claudio Civettini)


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136