QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad
Ad
Ad

Ad

Cles: i carabinieri recuperano 100 grammi di hashish, denunciati due minorenni

giovedì, 28 aprile 2016

Cles – I carabinieri recuperano oltre 100 grammi di hashish, denunciati due minori. Un controllo come tanti altri per gli uomini dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Cles si è rilevato proficuo in termini di lotta allo smercio di droga tra i ragazzi del capoluogo della Val di Non (tale asserzione è per ora ritenuta la più attendibile, data l’età dei coinvolti) portando al rinvenimento di ben 109 grammi di hascisc e di una bilancia di precisione.carabinieri Cles

Si sono così cacciati in un bel pasticcio due 17enni del posto, traditi dall’agitazione che non sono riusciti a nascondere quando gli uomini dell’Arma, che li avevano fermati nel corso di un controllo di routine alla circolazione stradale, li hanno invitati a scendere dall’auto sulla quale viaggiavano in compagnia di altri tre ragazzi (maggiorenne il solo autista), la cui posizione dovrà certamente essere meglio vagliata ovvero approfondita.

Come detto, è stata l’inquietudine manifestata dal gruppo a destare qualche sospetto. Quella che dicevano essere la fretta di tornare a casa per cena (l’accertamento è stato condotto alle 18 di ieri) si è rivelato un pretesto, a dire il vero poco credibile, per potersi tirare fuori da una difficile situazione. La più evidente preoccupazione per come si stavano mettendo le cose l’ha manifestata proprio il ragazzo addosso al quale è stato trovato, ancora intonso, un panetto di hascisc da circa 100 grammi. Lo teneva negli slip (l’aveva forse introdotto quando si è visto fermato), in una posizione scomoda e poco sopportabile se in piedi, che lo ha portato a sistemare il pantalone più di una volta. Tale particolare non è sfuggito ad uno dei Carabinieri.

Condotto in Caserma per un controllo più approfondito, il giovane ha spontaneamente consegnato quanto nascosto. Per il rinvenimento del restante stupefacente e del bilancino è stato invece necessario eseguire perquisizioni personali.
I minori, che verranno denunciati per il reato di detenzione di sostanza stupefacente con finalità di spaccio, sono stati affidati ai rispettivi genitori. Le versioni circa la provenienza del fumo, come solitamente accade in casi del genere, sono state contraddittorie e poco credibili. La posizione dei ragazzi sarà ad ogni modo denunciata all’autorità giudiziaria minorile.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136