QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Cles: confronto aperto su “Terrorismi e nuovi equilibri mondiali” con gli interventi di Alli, Nicoletti e Panizza

martedì, 7 febbraio 2017

Cles – Confronto a Cles su “Terrorismi e nuovi equilibri mondiali”: il primo appuntamento al mattino nell’auditorium del polo scolastico e alla sera nella sala polifunzionale della Cassa Rurale.

Pubblico delle grandi occasioni a Cles per l’incontro organizzato dall’Amministrazione comunale di Cles (Trento) e che ha visto relatori di alto valore, tra cui l’onorevole Paolo Alli, presidente dell’assemblea parlamentare della NATO, l’onorevole Michele Nicoletti, e il senatore Franco Panizza.

“Terrorismo e nuovi equilibri mondiali”: questo il titolo dell’incontro pubblico promosso dal Comune di Cles, in collaborazione con la Cassa Rurale Tuenno-Val di Non e gli istituti Russell e Pilati del capoluogo anaune. Dopo il partecipato incontro con gli studenti del mattino, alla sera, nella sala polifunzionale dell’istituto di credito cooperativo, in tantissimi sono accorsi per ascoltare l’analisi di testimoni privilegiati su temi di scottante attualità e ormai vicini alla quotidianità anche delle nostre valli.

A fare gli onori di casa il presidente della Cassa, Silvio Mucchi, mentre l’incontro è stato introdotto dal sindaco di Cles, Ruggero Mucchi, che ha rimarcato l’importanza di poter conoscere, anche nelle nostre piccole realtà, i nuovi scenari mondiali nella loro complessità per avere un approccio consapevole e responsabile.
I temi della serata sono stati quindi introdotti dal Senatore noneso Franco Panizza, che ha promosso l’incontro e che ha parlato della sua esperienza come componente della delegazione italiana della NATO, soffermandosi anche sulla sua partecipazione alla cerimonia di insediamento del nuovo Presidente americano.
“Dobbiamo renderci conto – ha detto Panizza – che siamo ormai in un villaggio globale e che non si può affrontare una situazione complessa ed in continuo mutamento come quella di oggi con gli slogan e le soluzioni populiste che raccolgono un facile consenso ma che creano solo divisioni. E’ necessario invece un approccio consapevole e responsabile che veda cittadini e istituzioni impegnati per trovare soluzioni efficaci e creare occasioni di dialogo e di intesa ad ogni livello.”Relatori_Cles

La parola è quindi passata all’onorevole Paolo Alli, presidente dell’assemblea parlamentare della NATO e all’onorevole Michele Nicoletti, presidente della delegazione italiana al Consiglio d’Europa (Nella foto a lato i relatori).

Al centro dell’articolato dibattito, i rapporti fra l’Occidente e la Russia, la guerra in Ucraina e nel Caucaso, il ruolo crescente della Cina, l’instabilità della Libia, la situazione in medio Oriente con l’ISIS, la guerra in Siria e in Iraq, le crescenti tensioni fra Israele e la Palestina, ma anche la guerra dimenticata dello Yemen e l’enorme problema delle migrazioni.

Si è pure parlato di Donald Trump e del nuovo isolazionismo americano, oltre che dello stato delle istituzioni dell’Unione Europea, tra Brexit e tensioni interne. Un’Europa sempre più marginale nel contesto mondiale, che solo unita può sperare di mantenere un ruolo da protagonista.

Platea Cles 1

Un’occasione utile anche per conoscere più da vicino i meccanismi di funzionamento dell’Alleanza Atlantica, la vastità dei suoi interventi per mantenere l’equilibrio nei Paesi usciti dalla guerra, per combattere la pirateria, per affrontare il dramma dei profughi.
Ricco e assai partecipato il dibattito, con numerose questioni sollevate dal pubblico attento (nella foto) fino alla fine della serata, dopo oltre tre ore di confronto; un segno preciso dell’attenzione viva su questi temi e un riconoscimento per i promotori di una serata, dai contenuti non facili ma sui quali è essenziale dare una informazione seria e qualificata.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136