QUESTO SITO WEB UTILIZZA COOKIES. NEL CONTINUARE A NAVIGARE SUL SITO STAI ACCETTANDO L'UTILIZZO DEI COOKIES.
TI INVITIAMO A LEGGERE LA COOKIES POLICY.
X
Ad

Ad

Ad
Ad

Ad
Ad

Ad

Cles, caso “Goldenfest”: intervento del sindaco Mucchi

venerdì, 27 ottobre 2017

Cles – Il caso accaduto a “Goldenfest” ha sollevato reazioni nella cittadina nonesa. Il sindaco di Cles, Ruggero Mucchi, è intervenuto sui fatti accaduti nel corso della manifestazione, in particolare per quanto concerne la vendita di alcolici ad alcuni minorenni, e per questo il gestore della festa è stato multato così come pure i ragazzi tramite i loro genitori.Ruggero Mucchi 12

Ecco la dichiarazione del sindaco Ruggero Mucchi (nella foto): “La struttura dove si è svolta la festa (Centro Tempo Libero) è di competenza del Comune di Cles, ma condivisa da sempre con il Comune di Ville d’Anaunia, che era il referente nonché responsabile per quell’evento. Noi come Comune insieme alla Pro Loco ed al Consorzio Cles Iniziative organizziamo molte manifestazioni in quella struttura, ed abbiamo sempre avuto la massima cura nel porre attenzione a questo tipo di problema. Quello che è successo ci da comunque una spinta per riflettere sul tema dell’alcool; non bisogna assolutamente banalizzare, e non è facile gestire questi eventi, il rischio c’è, però ci sono molti modi per responsabilizzarsi in questo tipo di iniziative. Come Comune di Cles gestiamo tanti eventi, sagre, feste, non siamo infallibili, facciamo tanto in fatto di sicurezza e non vorrei che questo caso ci criminalizzasse ed andasse a inficiare tutto il lavoro svolto finora sia dalle amministrazioni precedenti che dalla attuale. A questo proposito si è già attivata l’Assessore alle politiche sociali Cristina Marchesotti per sensibilizzare ancora di più la popolazione sul tema della dipendenza da alcool soprattutto nelle scuole, ma anche al di fuori. Con ciò mettiamo già da adesso in discussione lo svolgimento della festa per il prossimo anno di competenza del Comune di Ville d’Anaunia. Resta il fatto che anche il Comune di Cles deve offrire più garanzie in merito, ma rimane intransigente, tutto può succedere, anche cose gravi, tutti possono sbagliare prima o poi, ma bisogna prendere delle contromisure, pur conservando la massima apertura rivolta a tutti i tipi di divertimento, ma restando sempre nell’ambito della legalità. Al più presto incontrerò il Sindaco di Ville d’Anaunia Francesco Facinelli per sentire il suo parere“.


© Gazzetta delle Valli - Testata registrata in tribunale, direttore responsabile Alberto Panzeri - P. IVA 03457250136